DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 10 maggio 1945, n. 333

Variazione della tariffa di vendita al pubblico del sali nei territori dell'Italia liberata. (045U0333)

  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 18-7-1945
 
                          UMBERTO DI SAVOIA 
 
                        PRINCIPE DI PIEMONTE 
 
                   LUOGOTENENTE GENERALE DEL REGNO 
 
  In virtu' dell'Autorita' a Noi delegata; 
  Visto l'art. 19 della legge sul monopolio dei sali e  dei  tabacchi
17 luglio 1042, n. 907; 
  Visto il decreto legislativo Luogotenenziale  5  ottobre  1944,  n.
300, che scioglie il Consiglio di  amministrazione  dei  monopoli  di
stato e ne deferisce le attribuzioni al Ministro per le finanze; 
  Visto il decreto legislativo Luogotenenziale 1° febbraio  1945,  n.
58; 
  Visto il decreto legge Luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151; 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
  Sulla proposta del Ministro per le finanze; 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  A decorrere dal 1° luglio 1945 la tariffa di  vendita  al  pubblico
dei sali, nelle terre liberate, e' aumentata come segue: 
 
  Sale comune da L. 1000 a L. 2000 al quintale; 
 
  Sale scelto da L. 1200 a L. 2400 al quintale; 
 
  Sale macinato da L. 1600 a L. 3200 al quintale; 
 
  Sale raffinato da L. 2000 a L. 4000 al quintale; 
 
  Sale niveo da L. 3000 a L. 6000 al quintale; 
 
  Sale comune per la salagione dei pesci  da  L.  240  a  L.  480  al
quintale; 
 
  sale macinato per la salagione dei pesci da L.  280  a  L.  560  al
quintale; 
 
  Sale comune per la salagione dei prodotti del suolo,  commestibili,
destinati alla esportazione da L. 240 a L. 480 al quintale;. 
 
  Sale per la pastorizia da L. 200 da L. 400 al quintale; 
 
  Sale comune per l'industria del freddo e per  la  preparazione  dei
vini spumanti da L. 400 a L. 800 al quintale; 
 
  Sale per le  industrie  ammesse  all'acquisto  del  sale  a  prezzo
speciale e non particolarmente previste dalla presente tariffa da  L.
240 a L. 480 al quintale; 
 
  Salaccio da L. 120 a L. 240 al quintale. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserito nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
  Dato a Roma, addi' 10 maggio 1945 
 
                          UMBERTO DI SAVOIA 
 
                                                     Bonomi - Pesenti 
Visto, il Guardasigilli: Tupini 
Registrato alla Corte dei conti, addi' 14 giugno 1945 
Atti del Governo, registro n. 4, foglio n. 125. - Frasca