DECRETO-LEGGE 14 giugno 2021, n. 82

Disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, definizione dell'architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale. (21G00098)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/06/2021
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 4 agosto 2021, n. 109 (in G.U. 4/8/2021, n. 185).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2022)
Testo in vigore dal: 21-5-2022
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 12 
 
                              Personale 
 
  1. Con apposito regolamento e' dettata, nel rispetto  dei  principi
generali dell'ordinamento giuridico, anche  in  deroga  alle  vigenti
disposizioni di legge, ivi incluso il decreto  legislativo  30  marzo
2001, n. 165, e nel rispetto dei criteri di cui al presente  decreto,
la disciplina  del  contingente  di  personale  addetto  all'Agenzia,
tenuto  conto  delle  funzioni  volte  alla  tutela  della  sicurezza
nazionale  nello  spazio  cibernetico  attribuite   all'Agenzia.   Il
regolamento definisce l'ordinamento e il reclutamento del  personale,
e il relativo trattamento economico e previdenziale,  prevedendo,  in
particolare, per il personale dell'Agenzia di cui al comma 2, lettera
a), un trattamento economico pari a quello in godimento da parte  dei
dipendenti della Banca d'Italia, sulla scorta  della  equiparabilita'
delle funzioni svolte e del livello di responsabilita' rivestito.  La
predetta equiparazione, con riferimento sia al trattamento  economico
in servizio che al trattamento previdenziale, produce effetti  avendo
riguardo   alle   anzianita'   di   servizio   maturate   a   seguito
dell'inquadramento nei ruoli dell'Agenzia. 
  2. Il regolamento determina, nell'ambito delle risorse  finanziarie
destinate  all'Agenzia  ai  sensi  dell'articolo  18,  comma  1,   in
particolare: 
    a) l'istituzione di  un  ruolo  del  personale  e  la  disciplina
generale del rapporto d'impiego alle dipendenze dell'Agenzia; 
    b) la possibilita' di procedere, oltre che ad assunzioni a  tempo
indeterminato attraverso modalita' concorsuali, ad assunzioni a tempo
determinato,  con  contratti  di  diritto  privato,  di  soggetti  in
possesso  di  alta   e   particolare   specializzazione   debitamente
documentata, individuati attraverso adeguate modalita' selettive, per
lo svolgimento di attivita' assolutamente necessarie all'operativita'
dell'Agenzia o per specifiche progettualita' da portare a termine  in
un arco di tempo prefissato; 
    c) la possibilita' di avvalersi di un contingente di esperti, non
superiore a cinquanta unita', composto da personale, collocato  fuori
ruolo o in posizione di comando o altra  analoga  posizione  prevista
dagli  ordinamenti  di   appartenenza,   proveniente   da   pubbliche
amministrazioni  di  cui  all'articolo  1,  comma  2,   del   decreto
legislativo 30 marzo 2001,  n.  165,  con  esclusione  del  personale
docente,  educativo,  amministrativo,  tecnico  e  ausiliario   delle
istituzioni scolastiche, ovvero da personale  non  appartenente  alla
pubblica  amministrazione,  in  possesso  di  specifica  ed   elevata
competenza in materia di  cybersicurezza  e  di  tecnologie  digitali
innovative, nello  sviluppo  e  gestione  di  processi  complessi  di
trasformazione  tecnologica   e   delle   correlate   iniziative   di
comunicazione e disseminazione, nonche' di  significativa  esperienza
in progetti di trasformazione digitale, ivi compreso lo  sviluppo  di
programmi e piattaforme digitali con diffusione su  larga  scala.  Il
regolamento, a tali fini, disciplina la composizione del  contingente
e il compenso spettante per ciascuna professionalita'; 
    d) la determinazione della percentuale massima dei dipendenti che
e' possibile assumere a tempo determinato; 
    e) la possibilita' di impiegare  personale  del  Ministero  della
difesa, secondo termini e modalita' da definire con apposito  decreto
del Presidente del Consiglio dei ministri; 
    f) le ipotesi di incompatibilita'; 
    g)  le  modalita'  di  progressione   di   carriera   all'interno
dell'Agenzia; 
    h) la disciplina e  il  procedimento  per  la  definizione  degli
aspetti giuridici e, limitatamente ad eventuali  compensi  accessori,
economici  del  rapporto  di  impiego  del   personale   oggetto   di
negoziazione con le rappresentanze del personale; 
    i)  le  modalita'  applicative  delle  disposizioni  del  decreto
legislativo  10  febbraio  2005,  n.  30,  recante  il  Codice  della
proprieta' industriale, ai prodotti dell'ingegno ed  alle  invenzioni
dei dipendenti dell'Agenzia; 
    l) i casi di cessazione dal  servizio  del  personale  assunto  a
tempo indeterminato ed i casi di anticipata risoluzione dei  rapporti
a tempo determinato; 
    m) quali delle disposizioni possono essere oggetto  di  revisione
per effetto della negoziazione con le rappresentanze del personale. 
  3. Qualora le assunzioni di cui al comma 2, lettera b),  riguardino
professori  universitari  di   ruolo   o   ricercatori   universitari
confermati si applicano le disposizioni di cui  all'articolo  12  del
decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 382, anche
per quanto riguarda il collocamento in aspettativa. 
  4. In sede di prima  applicazione  delle  disposizioni  di  cui  al
presente  decreto,  il  numero  di  posti  previsti  dalla  dotazione
organica dell'Agenzia e'  individuato  nella  misura  complessiva  di
trecento unita', di  cui  fino  a  un  massimo  di  otto  di  livello
dirigenziale  generale,  fino  a  un  massimo  di   24   di   livello
dirigenziale non generale e fino  a  un  massimo  di  268  unita'  di
personale non dirigenziale. 
  5. Con  decreti  del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  di
concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, la  dotazione
organica  puo'  essere  rideterminata  nei   limiti   delle   risorse
finanziarie destinate alle spese per il personale di cui all'articolo
18, comma 1. Dei  provvedimenti  adottati  in  materia  di  dotazione
organica dell'Agenzia e' data  tempestiva  e  motivata  comunicazione
alle Commissioni parlamentari competenti e al COPASIR. 
  6. Le assunzioni effettuate in violazione  delle  disposizioni  del
presente decreto o del regolamento di cui al presente  articolo  sono
nulle, ferma restando la responsabilita'  personale,  patrimoniale  e
disciplinare di chi le ha disposte. 
  7.  il  personale  che  presta  comunque  la  propria  opera   alle
dipendenze  o  in  favore  dell'Agenzia  e'  tenuto,  anche  dopo  la
cessazione di tale attivita', al rispetto del segreto su cio' di  cui
sia venuto a  conoscenza  nell'esercizio  o  a  causa  delle  proprie
funzioni. 
  8. Il regolamento di cui al comma 1 e' adottato,  entro  centoventi
giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del
presente decreto,  con  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei
ministri, anche in deroga all'articolo 17 della legge 23 agosto 1988,
n. 400, previo parere delle Commissioni parlamentari  competenti  per
materia e per i profili finanziari e, per i  profili  di  competenza,
del COPASIR e sentito il CIC. 
  8-bis. In relazione alle assunzioni a tempo determinato di  cui  al
comma 2, lettera b), i relativi contratti per  lo  svolgimento  delle
funzioni volte alla tutela della  sicurezza  nazionale  nello  spazio
cibernetico attribuite  all'Agenzia  ((...))  possono  prevedere  una
durata massima di quattro anni, rinnovabile per periodi non superiori
ad ulteriori complessivi quattro anni. Delle assunzioni e dei rinnovi
disposti ai sensi del presente comma e' data comunicazione al COPASIR
nell'ambito della relazione di cui all'articolo 14, comma 2.