DECRETO-LEGGE 30 aprile 2019, n. 34

Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. (19G00043)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/05/2019
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 28 giugno 2019, n. 58 (in S.O. n. 26, relativo alla G.U. 29/06/2019, n. 151).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2022)
Testo in vigore dal: 1-1-2022
aggiornamenti all'articolo
                           Art. 18-quater 
 
   (Disposizioni in materia di fondi per l'internazionalizzazione) 
 
  1. L'ambito di operativita' del fondo rotativo  per  operazioni  di
venture capital di cui all'articolo 1,  comma  932,  della  legge  27
dicembre 2006, n. 296, e' esteso a tutti gli Stati e territori esteri
anche  appartenenti  all'Unione  europea  o  allo  Spazio   economico
europeo. 
  2. Gli interventi del fondo rotativo di  cui  al  comma  1  possono
consistere, oltre che nell'acquisizione di quote di partecipazione al
capitale di societa' estere, anche nella sottoscrizione di  strumenti
finanziari o partecipativi, compreso il finanziamento di  soci.  ((Le
risorse del fondo di cui al comma 1 possono essere investite anche in
start up, ivi incluse quelle innovative di cui  all'articolo  25  del
decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,
dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, e in piccole  e  medie  imprese
innovative di cui all'articolo 4 del decreto-legge 24  gennaio  2015,
n. 3, convertito, con modificazioni, dalla legge 24  marzo  2015,  n.
33, nonche' in quote o azioni di uno o  piu'  Fondi  per  il  Venture
Capital, come definiti dall'articolo 31, comma 2, del decreto-legge 6
luglio 2011, n. 98, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  15
luglio 2011, n. 111, o di uno o piu' fondi che investono in Fondi per
il Venture Capital, gestiti dalla  societa'  che  gestisce  anche  le
risorse di cui all'articolo 1, comma 116,  della  legge  30  dicembre
2018, n. 145, in ogni caso allo scopo  di  favorire  il  processo  di
internazionalizzazione delle imprese italiane oggetto di investimento
e anche senza il coinvestimento di Simest S.p.A. o Finest Spa)). 
  ((2-bis. Le attivita' di individuazione di potenziali  investimenti
e di supporto istruttorio alle operazioni di investimento in  venture
capital di cui al comma 2 sono effettuate avvalendosi della  societa'
che gestisce anche le risorse di cui all'articolo 1, comma 116, della
legge 30 dicembre 2018, n. 145, senza nuovi o maggiori oneri  per  la
finanza pubblica)). 
  3.  Con  decreto  del  Ministro  degli  affari   esteri   e   della
cooperazione  internazionale  sono  definite  le   modalita'   e   le
condizioni di intervento del fondo rotativo di cui al comma 1. 
  4. All'articolo 5, comma 2, lettera c), della legge 21 marzo  2001,
n. 84, le parole: "fino  al  40  per  cento"  sono  sostituite  dalle
seguenti: "fino al 49 per cento" e le parole: "Ciascun intervento  di
cui alla presente lettera non puo' essere superiore ad 1 miliardo  di
lire e, comunque, le partecipazioni" sono sostituite dalle  seguenti:
"Le partecipazioni". 
  5. Al fine di contrastare il fenomeno della  delocalizzazione,  nei
casi di violazione degli obblighi di cui all'articolo  1,  comma  12,
del  decreto-legge  14   marzo   2005,   n.   35,   convertito,   con
modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, e comunque nel caso
in cui le operazioni a valere sul fondo rotativo di cui  all'articolo
1, comma 932, della legge 27  dicembre  2006,  n.  296,  siano  causa
diretta di una riduzione dei  livelli  occupazionali  nel  territorio
nazionale, le imprese decadono  dai  benefici  e  dalle  agevolazioni
concessi,  con  obbligo  di  rimborso  anticipato  dell'investimento.
PERIODO SOPPRESSO DAL D.L. 14 AGOSTO 2020, N. 104.