DECRETO-LEGGE 23 ottobre 2018, n. 119

Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria. (18G00151)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 24/10/2018
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2018, n. 136 (in G.U. 18/12/2018, n. 293).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/03/2022)
Testo in vigore dal: 1-1-2019
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 10 
 
Disposizioni  di  semplificazione  per  l'avvio  della   fatturazione
                             elettronica 
 
  01. All'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015,
n. 127, e' aggiunto, in fine, il  seguente  periodo:  "Sono  altresi'
esonerati dalle predette disposizioni i soggetti  passivi  che  hanno
esercitato l'opzione di cui agli  articoli  1  e  2  della  legge  16
dicembre 1991, n. 398, e che nel periodo d'imposta  precedente  hanno
conseguito dall'esercizio di attivita' commerciali  proventi  per  un
importo non superiore a euro 65.000; tali soggetti,  se  nel  periodo
d'imposta precedente hanno  conseguito  dall'esercizio  di  attivita'
commerciali  proventi  per  un  importo  superiore  a  euro   65.000,
assicurano che la fattura sia emessa per loro conto dal cessionario o
committente soggetto passivo d'imposta". 
  02. ((COMMA ABROGATO DALLA L. 30 DICEMBRE 2018, N. 145)). 
  1. All'articolo 1, comma 6, del decreto legislativo 5 agosto  2015,
n. 127, dopo il secondo periodo sono inseriti  i  seguenti:  «Per  il
primo semestre del periodo d'imposta  2019  le  sanzioni  di  cui  ai
periodi precedenti: 
    a) non si applicano se la fattura e' emessa con le  modalita'  di
cui al comma 3 entro il termine di effettuazione  della  liquidazione
periodica dell'imposta sul valore aggiunto ai sensi dell'articolo  1,
comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 23  marzo  1998,
n. 100; 
    b) si applicano con riduzione dell'80 per cento a condizione  che
la fattura elettronica sia emessa entro il termine  di  effettuazione
della liquidazione  dell'imposta  sul  valore  aggiunto  del  periodo
successivo.  Per  i  contribuenti  che  effettuano  la   liquidazione
periodica dell'imposta sul valore aggiunto  con  cadenza  mensile  le
disposizioni di cui al periodo precedente si  applicano  fino  al  30
settembre 2019». 
  1-bis. All'articolo 1,  comma  6-bis,  del  decreto  legislativo  5
agosto 2015, n. 127, dopo il primo periodo e' inserito  il  seguente:
"Per il servizio di conservazione gratuito delle fatture elettroniche
di cui al presente articolo,  reso  disponibile  agli  operatori  IVA
dall'Agenzia delle entrate, il partner tecnologico Sogei  S.p.a.  non
puo' avvalersi di soggetti terzi.".