DECRETO-LEGGE 16 ottobre 2017, n. 148

Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. (17G00166)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 16/10/2017
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 4 dicembre 2017, n. 172 (in G.U. 05/12/2017, n. 284).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/07/2021)
Testo in vigore dal: 31-12-2020
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 18 
 
Finanziamento  di  specifici  obiettivi  connessi  all'attivita'   di
ricerca, assistenza e cura relativi al miglioramento  dell'erogazione
                dei livelli essenziali di assistenza 
 
  1. Al fine di consentire la realizzazione  di  specifici  obiettivi
connessi all'attivita' di ricerca,  assistenza  e  cura  relativi  al
miglioramento dell'erogazione dei livelli essenziali  di  assistenza,
ai sensi dell'articolo 1, commi 34 e 34-bis, della legge 23  dicembre
1996, n. 662, e' accantonata per gli anni 2017 e 2018,  la  somma  di
32,5 milioni di euro, previa sottoscrizione, in  sede  di  Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato,  le  regioni  e  le  province
autonome  di  Trento  e  Bolzano,  di  intesa  sul  riparto  per   le
disponibilita' finanziarie per il Servizio  sanitario  nazionale  per
gli anni 2017, 2018 , 2019 ((, 2020 e 2021)).  La  somma  di  cui  al
periodo precedente e' cosi' ripartita: (11) 
    a) 9 milioni di euro in favore  delle  strutture,  anche  private
accreditate, riconosciute a rilievo nazionale ed  internazionale  per
le caratteristiche di specificita' e innovativita' nell'erogazione di
prestazioni pediatriche con particolare riferimento  alla  prevalenza
di trapianti di tipo allogenico; 
    b) 12,5 milioni di euro in favore delle strutture, anche  private
accreditate,  centri  di  riferimento  nazionale  per  l'adroterapia,
eroganti  trattamenti  di  specifiche  neoplasie   maligne   mediante
l'irradiazione con ioni carbonio. 
    b-bis) 11 milioni  di  euro  in  favore  delle  strutture,  anche
private accreditate, riconosciute di rilievo nazionale per il settore
delle  neuroscienze,   eroganti   programmi   di   alta   specialita'
neuro-riabilitativa,   di   assistenza    a    elevato    grado    di
personalizzazione  delle  prestazioni  e  di  attivita'  di   ricerca
scientifica traslazionale per i  deficit  di  carattere  cognitivo  e
neurologico. 
  2. Con decreto  del  Ministro  della  salute,  da  adottarsi  entro
quindici giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del
presente decreto, sono individuate le strutture di cui  al  comma  1.
(8) 
  2-bis. L'articolo 15-undecies del decreto legislativo  30  dicembre
1992, n. 502, si interpreta nel senso che  i  servizi  prestati  e  i
titoli acquisiti dal  personale  degli  enti  e  degli  istituti  ivi
previsti,  il  quale,  a  seguito  dell'adeguamento  dei   rispettivi
ordinamenti del personale  alle  disposizioni  del  medesimo  decreto
legislativo, sia stato assunto a seguito  di  procedura  concorsuale,
sono equiparati ai servizi prestati e ai titoli acquisiti  presso  le
strutture pubbliche del Servizio sanitario nazionale, anche per  quel
concerne la possibilita' di ottenere la mobilita' dai  medesimi  enti
ed istituti verso  le  strutture  pubbliche  del  Servizio  sanitario
nazionale e da queste verso gli enti e gli istituti stessi. 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (8) 
  Il D.L. 23 ottobre 2018, n. 119, convertito con modificazioni dalla
L. 17 dicembre 2018, n. 136 ha disposto (con l'art. 25-sexies,  comma
2) che "Per l'anno 2018 il decreto di cui al comma 2 dell'articolo 18
del  decreto-legge  16  ottobre  2017,  n.   148,   convertito,   con
modificazioni, dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172, e' adottato entro
trenta giorni  dalla  data  di  entrata  in  vigore  della  legge  di
conversione  del  presente  decreto,  d'intesa  con   la   Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato,  le  regioni  e  le  province
autonome di Trento e di Bolzano". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (11) 
  Il D.L. 30 aprile 2019, n. 34, convertito con  modificazioni  dalla
L. 28 giugno 2019, n. 58, ha disposto (con l'art. 38, comma 1-novies)
che al comma 1 del presente  articolo  le  parole:  "accantonata  per
l'anno 2017 e 2018" sono sostituite dalle seguenti: "accantonata  per
gli anni 2017, 2018 e 2019".