DECRETO-LEGGE 24 aprile 2017, n. 50

Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo. (17G00063)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 24/04/2017
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 21 giugno 2017, n. 96 (in S.O. n. 31, relativo alla G.U. 23/06/2017, n. 144).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/04/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 10-11-2021
aggiornamenti all'articolo
 
                               Art. 18 
 
 
    (Disposizioni sui bilanci di Province e Citta' metropolitane) 
 
  1. Per l'esercizio 2017, le province e le citta' metropolitane: 
  a) possono predisporre  il  bilancio  di  previsione  per  la  sola
annualita' 2017; 
  b) al fine di garantire il mantenimento degli equilibri finanziari,
possono  applicare  al  bilancio  di  previsione  l'avanzo  libero  e
destinato. 
  2. Al comma 3, dell'articolo  1-ter  del  decreto-legge  19  giugno
2015, n. 78, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  6  agosto
2015, n. 125, le parole: "per  l'anno  2016"  sono  sostituite  dalle
seguenti: "per gli anni 2016 e 2017" e le parole: "per  l'anno  2015"
sono sostituite dalle seguenti: "per l'anno precedente". 
  3. All'articolo 1 della legge 11 dicembre  2016  n.  232,  dopo  il
comma 462 e' inserito il seguente: "462-bis. Le disposizioni  di  cui
all'articolo 1, comma 758, della legge 28 dicembre 2015, n.  208,  si
applicano  anche  con  riferimento  all'esercizio  finanziario  2017,
tenuto  conto  degli  avanzi  di  amministrazione  vincolati  e   dei
rendiconti relativi all'anno 2016. 
  3-bis. ((COMMA  ABROGATO  DAL  D.L.  10  SETTEMBRE  2021,  N.  121,
CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, DALLA L. 9 NOVEMBRE 2021, N. 156)). 
  3-ter. Per l'anno  2017,  il  termine  di  venti  giorni,  previsto
dall'articolo 141, comma 2, secondo periodo, del testo unico  di  cui
al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, assegnato al consiglio
comunale o provinciale che non abbia approvato nei termini  di  legge
il rendiconto della gestione per l'esercizio 2016,  e'  stabilito  in
cinquanta giorni. 
  3-quater. Il conto  economico  e  lo  stato  patrimoniale  previsti
dall'articolo 227 del testo unico di cui al  decreto  legislativo  18
agosto 2000, n. 267,  relativi  all'esercizio  2016,  possono  essere
approvati entro il 31 luglio 2017 e trasmessi alla banca  dati  delle
amministrazioni pubbliche entro trenta giorni. Il mancato rispetto di
tali  termini  comporta  l'applicazione  della   procedura   di   cui
all'articolo 141, comma 2, del medesimo testo unico di cui al decreto
legislativo n. 267 del 2000, con il termine ordinario di venti giorni
ivi previsto,  nonche'  delle  disposizioni  dell'articolo  9,  comma
1-quinquies, del decreto-legge 24 giugno 2016,  n.  113,  convertito,
con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2016, n. 160.