DECRETO-LEGGE 17 ottobre 2016, n. 189

((Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016)). (16G00205)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 19/10/2016
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 15 dicembre 2016, n. 229 (in G.U. 17/12/2016 n. 294).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/08/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 6-12-2017
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 32 
 
 
  Controllo dell'ANAC sulle procedure del Commissario straordinario 
 
  1. Per gli interventi di cui all'articolo 14, si applica l'articolo
30  del  decreto-legge  24  giugno  2014,  n.  90,  convertito,   con
modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114. 
  ((2. Le modalita' e gli interventi oggetto delle verifiche  di  cui
al  comma  1  sono  disciplinati  con  accordi  tra   il   Presidente
dell'Autorita'    nazionale    anticorruzione,     il     Commissario
straordinario,  i  Presidenti  delle  Regioni-vice  commissari  e  le
centrali uniche di committenza di cui all'articolo 18.  Resta  ferma,
in  ogni  caso,  la  funzione  di   coordinamento   del   Commissario
straordinario nei rapporti con l'Autorita' nazionale  anticorruzione,
da  attuare  anche  tramite  l'istituzione  di  un'unica  piattaforma
informatica per la gestione del flusso  delle  informazioni  e  della
documentazione  relativa  alle  procedure  di  gara  sottoposte  alle
verifiche di cui al comma 1. Con i provvedimenti di cui  all'articolo
2, comma 2, sono disciplinate le modalita' di attuazione del presente
comma, nonche' le modalita' per il monitoraggio  della  ricostruzione
pubblica e privata, attraverso la banca dati di cui  all'articolo  13
della legge 31 dicembre 2009, n. 196, e gli altri sistemi informatici
connessi alle attivita' di ricostruzione)). 
  3. Per le  finalita'  del  presente  articolo,  l'Unita'  Operativa
Speciale di cui all'articolo 30, comma 1, del decreto-legge 24 giugno
2014, n.  90  opera  fino  alla  completa  esecuzione  dei  contratti
pubblici relativi agli interventi previsti  nell'accordo  di  cui  al
comma 2 e comunque non oltre  il  termine  previsto  all'articolo  1,
comma 4. 
  4. Dall'attuazione del presente articolo non devono derivare  nuovi
o maggiori oneri per la finanza pubblica.