DECRETO-LEGGE 12 maggio 2014, n. 73

Misure urgenti di proroga di Commissari per il completamento di opere pubbliche. (14G00086)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 12/5/2014.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 2 luglio 2014, n. 97 (in G.U. 11/7/2014, n. 159).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 11/07/2014)
Testo in vigore dal: 12-7-2014
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3 
 
Gestione degli impianti di collettamento e depurazione nella  regione
                              Campania 
 
  1. Nelle more del completamento, da parte della  Regione  Campania,
delle  attivita'  avviate  per  l'affidamento  delle  gestione  degli
impianti di collettamento e depurazione di Acerra, Marcianise, Napoli
Nord, Foce Regi Lagni, Cuma e impianto di grigliatura  e  derivazioni
di Succivo, ed al fine di non determinare  soluzioni  di  continuita'
nella  gestione  degli  impianti  medesimi,  continuano  a   produrre
effetti, fino  al  ((30  novembre  2014)),  le  disposizioni  di  cui
all'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 4022 del 9
maggio 2012, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 127 del 1° giugno
2012,   e   successive   modificazioni,   nonche'   i   provvedimenti
presupposti, conseguenti e connessi alla medesima. Decorso il termine
del ((30 novembre 2014)), cessano comunque gli effetti dell'ordinanza
del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 4022 del 9 maggio 2012. 
  ((1-bis.  Il  Commissario  delegato  ai  sensi  dell'ordinanza  del
Presidente del Consiglio dei Ministri n. 4022 del 9 maggio 2012 invia
al Parlamento, all'Autorita' per la vigilanza sui contratti  pubblici
di lavori, servizi e forniture, al Ministero  dell'ambiente  e  della
tutela del territorio e del mare e al Ministero delle  infrastrutture
e dei trasporti, al termine dell'incarico commissariale, un  rapporto
contenente la relazione sulle attivita' svolte e  la  rendicontazione
contabile  delle  spese  sostenute   in   relazione   alla   gestione
commissariale.  Il  Commissario  riferisce  altresi',  entro  novanta
giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del
presente decreto,  alle  competenti  Commissioni  parlamentari  sullo
stato di avanzamento degli interventi di cui alla citata ordinanza n.
4022 del 2012 nonche', in maniera  dettagliata,  sull'utilizzo  delle
risorse a tal fine stanziate. 
  1-ter. La realizzazione degli impianti di cui al  comma  1  avviene
nel rispetto delle  normative  nazionale  e  dell'Unione  europea  in
materia di gestione delle acque reflue e dei rifiuti)). 
  2. Agli oneri derivanti dall'attuazione del  presente  articolo  si
provvede con le risorse gia' previste per  la  copertura  finanziaria
della richiamata ordinanza 9 maggio 2012 n. 4022 del  Presidente  del
Consiglio dei Ministri.