DECRETO-LEGGE 1 agosto 2014, n. 109

Proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione, nonche' disposizioni per il rinnovo dei comitati degli italiani all'estero. (14G00118)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 5/8/2014.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 1 ottobre 2014, n. 141 (in G.U. 3/10/2014, n. 230).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/10/2015)
  • Articoli

  • Missioni internazionali delle Forze armate e di polizia
  • 1
  • 2
  • orig.
  • 3
  • orig.
  • 4
  • orig.
  • 5
  • agg.1
  • orig.
  • 6
  • 7

  • Iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai
    processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle
    organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di
    pace e di stabilizzazione, nonche' disposizioni urgenti per il
    rinnovo dei comitati degli italiani all'estero
  • 8
  • orig.
  • 9
  • orig.
  • 10
  • orig.

  • Disposizioni finali
  • 11
  • orig.
  • 12
Testo in vigore dal: 4-10-2014
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9 
 
 
Sostegno  ai  processi  di  ricostruzione   e   partecipazione   alle
  iniziative   delle    organizzazioni    internazionali    per    il
  consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione 
 
  1. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa  di  euro  618.044  per  interventi  volti  a
sostenere i processi di stabilizzazione nei Paesi  in  situazione  di
fragilita', di conflitto o post-conflitto. 
  2. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, ad integrazione degli  stanziamenti  per  l'attuazione
della legge 6 febbraio 1992, n. 180, la spesa di euro  1.300.000  per
iniziative a sostegno dei processi di pace e di  rafforzamento  della
sicurezza in Africa sub-sahariana e ((in America Latina)). 
  3. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa  di  euro  1.250.000  per  la  partecipazione
finanziaria italiana ai fondi fiduciari delle Nazioni Unite  e  della
NATO, nonche' per contributi allo UN Staff college di Torino. 
  4. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre  2014,  la  spesa  di  euro  2.896.200  per  assicurare   la
partecipazione italiana alle iniziative PESC-PSDC, a quelle dell'OSCE
e di altre organizzazioni internazionali, al  fondo  fiduciario  InCE
istituito presso la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo,
nonche' allo European Institute of Peace. 
  5. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa di euro 8.845.090 per interventi operativi di
emergenza e di sicurezza destinati alla tutela dei cittadini e  degli
interessi italiani all'estero. 
  6. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa di ((euro 5.400.000))  per  il  finanziamento
del fondo di cui all'articolo 3, comma 159, della legge  24  dicembre
2003, n. 350, anche per assicurare al personale del ((Ministero degli
affari esteri e della cooperazione internazionale))  in  servizio  in
aree di crisi la sistemazione, per ragioni di sicurezza,  in  alloggi
provvisori. 
  ((6-bis. E' autorizzata, per l'anno 2014, la spesa di euro  600.000
per la prima fase della realizzazione, da parte del  Ministero  della
difesa, d'intesa  con  il  Ministero  degli  affari  esteri  e  della
cooperazione  internazionale,  della   nuova   sede   dell'Ambasciata
d'Italia  a  Mogadiscio.  Si  applicano  le   disposizioni   di   cui
all'articolo 3, commi 1, alinea, 2, 4 e 9, della legge 3 agosto 2009,
n. 108, e successive modificazioni, e agli articoli 5, commi 2  e  3,
lettera d), 6, comma 1,  e  7,  comma  1,  del  presente  decreto.  I
manufatti realizzati a seguito  degli  interventi  di  cui  al  primo
periodo sono assunti in carico dal Ministero degli  affari  esteri  e
della cooperazione internazionale)). 
  7. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa di euro 906.036 per l'invio in missione o  in
viaggio di servizio di personale del ((Ministero degli affari  esteri
e della cooperazione  internazionale))  in  aree  di  crisi,  per  la
partecipazione  del  medesimo  alle  operazioni   internazionali   di
gestione delle crisi, nonche' per le spese di funzionamento e per  il
reclutamento di  personale  locale,  a  supporto  del  personale  del
((Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale))
inviato   in   localita'   dove   non   operi   una    rappresentanza
diplomatico-consolare. L'ammontare del  trattamento  economico  e  le
spese per vitto, alloggio e viaggi del personale di cui  al  presente
comma sono resi pubblici nelle forme e nei modi  previsti  e  atti  a
garantire la trasparenza nel rispetto della vigente  legislazione  in
materia di protezione dei dati personali. 
  8. E' autorizzata, in esecuzione alla risoluzione del Consiglio  di
Sicurezza delle Nazioni Unite n.  2118  del  27  settembre  2013,  la
prosecuzione delle attivita' di cui  all'articolo  9,  comma  9,  del
decreto-legge 16 gennaio 2014, n. 2, convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 14 marzo 2014, n. 28. All'attuazione del  presente  comma
si  provvede  con  le  risorse  finanziarie,  umane   e   strumentali
disponibili a  legislazione  vigente,  fatto  salvo  quanto  previsto
dall'articolo 4, comma 5, del presente decreto. 
  9. Al fine di assicurare la funzionalita'  del  Comitato  atlantico
italiano,   incluso   nella   tabella   degli   enti   a    carattere
internazionalistico di cui alla legge 28 dicembre  1982,  n.  948,  e
successive modificazioni, e' assegnato  in  favore  dello  stesso  un
contributo straordinario di euro 50.000 per l'anno 2014.