DECRETO-LEGGE 8 agosto 2013, n. 91

Disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attivita' culturali e del turismo. (13G00135)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 10/08/2013.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 7 ottobre 2013, n. 112 (in G.U. 08/10/2013, n. 236).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/12/2020)
Testo in vigore dal: 16-7-2015
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 2-bis 
 
(Modifiche all'articolo 52  del  codice  dei  beni  culturali  e  del
                             paesaggio). 
 
  1. All'articolo 52 del codice dei beni culturali e  del  paesaggio,
di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, sono  apportate
le seguenti modificazioni: 
    a) dopo il comma 1 e' aggiunto il seguente: 
    "1-bis. Fermo restando quanto  previsto  dall'articolo  7-bis,  i
comuni, sentito il soprintendente, individuano altresi' i  locali,  a
chiunque appartenenti, nei quali si svolgono attivita' di artigianato
tradizionale e altre attivita' commerciali tradizionali, riconosciute
quali espressione dell'identita' culturale collettiva ai sensi  delle
convenzioni UNESCO di cui al medesimo  articolo  7-bis,  al  fine  di
assicurarne apposite forme di promozione e salvaguardia, nel rispetto
della liberta' di iniziativa economica di cui all'articolo  41  della
Costituzione"; 
    b) la  rubrica  e'  sostituita  dalla  seguente:  "Esercizio  del
commercio  in  aree  di  valore  culturale  e  nei   locali   storici
tradizionali". 
                                                                ((6)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  La Corte Costituzionale, con sentenza 9 giugno - 9 luglio 2015,  n.
140  (in  G.U.   1ª   s.s.   15/7/2015,   n.   28),   ha   dichiarato
l'illegittimita' costituzionale  del  presente  articolo,  introdotto
dalla legge di conversione n. 112 del 2013, nella parte  in  cui  non
prevede l'intesa fra Stato e Regioni.