DECRETO-LEGGE 22 giugno 2012, n. 83

Misure urgenti per la crescita del Paese. (12G0109)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 26/06/2012.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 134 (in SO n. 171, relativo alla G.U. 11/08/2012, n. 187).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 12-8-2012
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 12-bis 
(( (Istituzione  del  Comitato  interministeriale  per  le  politiche
                             urbane).)) 
 
  ((1. Al fine  di  coordinare  le  politiche  urbane  attuate  dalle
amministrazioni centrali interessate e di concertarle con le  regioni
e  con  le  autonomie  locali,  nella  prospettiva  della   crescita,
dell'inclusione sociale e  della  coesione  territoriale,  presso  la
Presidenza del  Consiglio  dei  Ministri  e'  istituito  il  Comitato
interministeriale  per  le  politiche  urbane  (CIPU).  Il  CIPU   e'
presieduto dal Presidente del Consiglio dei Ministri o  dal  Ministro
delegato ed e' composto dal Ministro per  la  coesione  territoriale,
dal Ministro per gli affari regionali, il turismo  e  lo  sport,  dal
Ministro dell'interno, dal Ministro dell'economia  e  delle  finanze,
dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali, dal Ministro dello
sviluppo  economico,  dal  Ministro  delle   infrastrutture   e   dei
trasporti, dal Ministro  dell'istruzione,  dell'universita'  e  della
ricerca e dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio  e
del mare. Alle riunioni del CIPU  partecipano,  inoltre,  i  Ministri
aventi competenza sulle materie oggetto  dei  provvedimenti  e  delle
tematiche inseriti all'ordine del giorno. 
  2. Partecipano, altresi', alle riunioni del CIPU un  rappresentante
delle regioni e delle province autonome di Trento e  di  Bolzano,  un
rappresentante  delle  province  e  un  rappresentante  dei   comuni,
nominati   dalla   componente   rappresentativa    delle    autonomie
territoriali  nell'ambito   della   Conferenza   unificata   di   cui
all'articolo 8 del decreto legislativo 28  agosto  1997,  n.  281,  e
successive modificazioni. 
  3. Il CIPU svolge i propri compiti nel  rispetto  delle  competenze
attribuite  dalla  Costituzione  e  dalla  legge  al  Parlamento,  al
Consiglio dei Ministri, alla Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano  e
alla Conferenza Stato-citta' ed autonomie locali. 
  4. Per la preparazione delle proprie riunioni, il CIPU si avvale di
una segreteria tecnica  istituita  presso  il  Segretariato  generale
della Presidenza del Consiglio dei Ministri, come struttura  generale
ai sensi dell'articolo 7 del decreto legislativo 30 luglio  1999,  n.
303, e successive modificazioni. 
  5. Il funzionamento  del  CIPU  e  della  segreteria  tecnica  sono
disciplinati con decreto del Presidente del Consiglio  dei  Ministri.
Ai componenti del CIPU e della segreteria tecnica non e'  corrisposto
alcun compenso, indennita' o rimborso di spese. Gli  oneri  correlati
al funzionamento del CIPU e della segreteria tecnica  sono  a  carico
degli  ordinari  stanziamenti  di  bilancio  della   Presidenza   del
Consiglio dei Ministri. 
  6. Dall'attuazione del presente articolo non devono derivare  nuovi
o maggiori oneri a carico della finanza pubblica)).