DECRETO-LEGGE 9 febbraio 2012, n. 5

Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo. (12G0019)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 10/02/2012.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 4 aprile 2012, n. 35 (in SO n. 69, relativo alla G.U. 06/04/2012, n. 82).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/06/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 15-9-2020
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4 
 
Semplificazioni in materia  di  documentazione  per  le  persone  con
disabilita'  e  patologie  croniche  e   partecipazione   ai   giochi
                             paralimpici 
 
  1.  I  verbali  delle  commissioni   mediche   integrate   di   cui
all'articolo 20, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito,
con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, riportano anche
l'esistenza dei requisiti sanitari  necessari  per  la  richiesta  di
rilascio del contrassegno invalidi di cui al  comma  2  dell'articolo
381 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica
16 dicembre 1992, n. 495, e successive modificazioni, nonche' per  le
agevolazioni fiscali relative ai veicoli previsti per le persone  con
disabilita' ((e per i sussidi tecnici e informatici volti a  favorire
l'autonomia e l'autosufficienza delle persone con disabilita' di  cui
all'articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104)). 
  2.  Le  attestazioni  medico  legali  richieste  per  l'accesso  ai
benefici di cui al comma 1  possono  essere  sostituite  dal  verbale
della commissione medica integrata. Il verbale e' presentato in copia
con  dichiarazione  sostitutiva   dell'atto   di   notorieta'   sulla
conformita' all'originale, resa dall'istante ai  sensi  dell'articolo
19 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari  in
materia di  documentazione  amministrativa  di  cui  al  decreto  del
Presidente della Repubblica 28 dicembre  2000,  n.  445,  che  dovra'
altresi' dichiarare che quanto ivi attestato non e'  stato  revocato,
sospeso o modificato. 
  2-bis.  Con  decreto  del  Ministro  delle  infrastrutture  e   dei
trasporti, di concerto con il Ministro della  salute,  previo  parere
della  Conferenza  unificata  di  cui  all'articolo  8  del   decreto
legislativo 28 agosto 1997, n.281, e successive  modificazioni,  sono
disciplinate le modalita' per il riconoscimento  della  validita'  su
tutto il territorio nazionale del contrassegno  invalidi  di  cui  al
comma 2 dell'articolo 381 del  regolamento  di  cui  al  decreto  del
Presidente della Repubblica 16 dicembre  1992,  n.495,  e  successive
modificazioni. 
  3. Il Governo e' autorizzato ad emanare uno o piu'  regolamenti  ai
sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n.  400,
volti ad individuare gli ulteriori benefici per l'accesso ai quali  i
verbali delle commissioni mediche integrate di  cui  all'articolo  20
del citato decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78 attestano  l'esistenza
dei requisiti sanitari,  nonche'  le  modalita'  per  l'aggiornamento
delle procedure informatiche e  per  lo  scambio  dei  dati  per  via
telematica. 
  4. I regolamenti di cui al comma 3 sono  emanati  su  proposta  del
Ministro del lavoro e delle politiche sociali, del  Ministro  per  la
pubblica  amministrazione  e  la  semplificazione  e   dei   Ministri
interessati, di  concerto  con  il  Ministro  dell'economia  e  delle
finanze e  con  il  Ministro  della  salute,  previa  intesa  con  la
Conferenza unificata di cui all'articolo 8, del  decreto  legislativo
28 agosto  1997,  n.  281,  sentito  l'Osservatorio  nazionale  sulla
condizione delle persone con disabilita', di cui alla legge  3  marzo
2009, n. 18. 
  4-bis. Al fine di ridurre gli  adempimenti  amministrativi  per  le
persone  affette  dalle  malattie  croniche  e  invalidanti  di   cui
all'articolo 5, comma 1,  lettera  a),  del  decreto  legislativo  29
aprile 1998, n.124, ed eliminare oneri  di  accertamento  impropri  a
carico della pubblica amministrazione, entro  sessanta  giorni  dalla
data di entrata in vigore della legge  di  conversione  del  presente
decreto, e' definito, con decreto del Ministro della  salute,  previo
accordo con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato,  le
regioni e le province autonome di Trento e  di  Bolzano,  il  periodo
minimo di validita' dell'attestato di esenzione dalla  partecipazione
al costo  delle  prestazioni  sanitarie  in  relazione  alle  diverse
patologie e alla possibilita' di miglioramento, valutata in base alle
evidenze scientifiche. 
  5. Al fine di dare continuita'  all'attivita'  di  preparazione  in
vista della partecipazione ai giochi paralimpici di Londra  2012,  e'
autorizzata in favore del Comitato italiano paralimpico la spesa di 6
milioni di euro per  l'anno  2012.  Al  relativo  onere  si  provvede
mediante corrispondente riduzione dell'autorizzazione di spesa di cui
all'articolo 7-quinquies, comma  1,  del  decreto-legge  10  febbraio
2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009,
n. 33, relativa al Fondo per  interventi  urgenti  ed  indifferibili,
come integrata, da ultimo, dall'articolo 33, comma 1, della legge  12
novembre 2011, n. 183.