DECRETO LEGISLATIVO 28 giugno 2012, n. 104

Attuazione della direttiva 2010/30/UE, relativa all'indicazione del consumo di energia e di altre risorse dei prodotti connessi all'energia, mediante l'etichettatura ed informazioni uniformi relativa ai prodotti. (12G0126)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 21/07/2012
vigente al 24/09/2020
Testo in vigore dal: 21-7-2012
attiva riferimenti normativi
                               Art. 13 
 
 
                              Sanzioni 
 
  1. Salvo  che  il  fatto  costituisca  reato,  sono  soggetti  alle
seguenti sanzioni amministrative pecuniarie: 
    a) da 4.000 a 40.000 euro, il  fornitore  che  non  ottempera  ai
provvedimenti adottati dal  Ministero  dello  sviluppo  economico  ai
sensi dell'articolo 12, commi da 1 a 3; 
    b) da 3.000 a 30.000 euro, il fornitore che immette sul  mercato,
commercializza o mette in servizio prodotti  privi  dell'etichetta  o
della scheda prescritta o la cui documentazione tecnica non e' tenuta
a disposizione  o  non  e'  messa  a  disposizione  entro  i  termini
stabiliti; 
    c) da 2.000 a 20.000 euro, il fornitore che immette sul  mercato,
commercializza o mette in servizio prodotti con etichetta  incompleta
o inesatta, o  prodotti  con  scheda  incompleta  o  inesatta  o  con
documentazione tecnica incompleta o insufficiente per  consentire  di
valutare l'esattezza dei dati che  figurano  sull'etichetta  o  sulla
scheda, ovvero prodotti con etichette non autorizzate o prodotti  sui
quali sono apposti simboli, marchi iscrizioni  o  etichette  tali  da
indurre in errore o ingenerare confusione negli  utilizzatori  finali
per quanto riguarda il consumo di energia o  eventualmente  di  altre
risorse essenziali durante l'uso; 
    d) da 1.000 a 10.000 euro, il distributore  che  espone  prodotti
privi di etichetta oppure prodotti privi della prevista scheda; 
    e) da 500 a 5.000 euro, il distributore che espone  prodotti  con
etichetta posta in maniera non visibile e leggibile, oppure  prodotti
sui quali non e' apposta la prevista scheda o per i quali tale scheda
non  e'  redatta  in  lingua  italiana,  o  prodotti  con   etichetta
energetica non autorizzata o sui quali sono apposti  simboli,  marchi
iscrizioni o  etichette  tali  da  indurre  in  errore  o  ingenerare
confusione negli utilizzatori finali per quanto riguarda  il  consumo
di energia o eventualmente di altre risorse essenziali durante l'uso. 
  2. Le sanzioni di cui al  presente  articolo  sono  irrogate  dalla
Camera   di   commercio,   industria,   artigianato   e   agricoltura
territorialmente competente  ed  al  procedimento  si  applicano  per
quanto compatibili con il presente decreto  le  disposizioni  di  cui
alla legge 24 novembre 1981, n.  689.  Le  somme  derivanti  da  tali
sanzioni sono versate all'entrata del bilancio dello Stato. 
          Note all'art. 13: 
              Per i riferimenti alla legge 24 novembre 1981,  n.  689
          (Modifiche al sistema  penale)  si  veda  nelle  note  alle
          premesse.