DECRETO-LEGGE 29 dicembre 2011, n. 216

Proroga di termini previsti da disposizioni legislative. (11G0260)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/12/2011.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 24 febbraio 2012, n. 14 (in S.O. n. 36, relativo alla G.U. 27/02/2012, n. 48).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2019)
Testo in vigore dal: 29-12-2011
al: 27-2-2012
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 15 
 
 
    Proroga di termini in materia di amministrazione dell'interno 
 
  1. Il termine di cui all'articolo 2, comma 6, del decreto-legge  29
dicembre 2010, n. 225, convertito, con modificazioni, dalla legge  26
febbraio 2011, n. 10, e' prorogato sino  al  30  giugno  2012,  fermo
restando quanto disposto dalla stessa norma. Agli oneri derivanti dal
presente articolo, pari  a  euro  10.311.907,  si  provvede  mediante
riduzione del fondo di cui all'articolo 33, comma 8, della  legge  12
novembre 2011, n. 183,  nella  quota  parte  destinata  al  Ministero
dell'interno. 
  2. All'articolo 1, comma 6-septies, del decreto-legge  28  dicembre
2006, n. 300, convertito, con modificazioni, dalla legge 26  febbraio
2007, n. 17, le parole: «Fino al 31 dicembre  2011»  sono  sostituite
dalle seguenti: «Fino al 31 dicembre 2012». 
  3.  Sono  prorogate,  per  l'anno  2012,  le  disposizioni  di  cui
all'articolo 1, comma 1-bis, del decreto-legge 30 dicembre  2004,  n.
314, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° marzo 2005, n. 26. 
  4. Il termine di cui  all'articolo  3,  secondo  comma,  del  regio
decreto 18  giugno  1931,  n.  773,  relativo  all'apposizione  delle
impronte digitali sulle  carte  di  identita',  e'  prorogato  al  31
dicembre 2012. 
  5. Il  termine  di  cui  all'articolo  7,  comma  31-sexies,  primo
periodo, del decreto-legge 31 maggio 2010,  n.  78,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122,  e'  prorogato  di
180 giorni decorrenti dalla data di entrata in vigore della legge  di
conversione del presente decreto. 
  6. All'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 30 dicembre 2009,  n.
194, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2010,  n.
25, le parole: "sino al  31  dicembre  2011"  sono  sostituite  dalle
seguenti: "fino al 31 dicembre 2012". 
  7.  Il  termine  stabilito   dall'articolo   23,   comma   9,   del
decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 3 agosto 2009, n.  102,  come  da  ultimo  prorogato  dal
decreto del Presidente del Consiglio  dei  Ministri  25  marzo  2011,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.  74  del  31  marzo  2011,  e'
ulteriormente  prorogato  al  31  dicembre  2012  per  le   strutture
ricettive turistico-alberghiere con oltre  venticinque  posti  letto,
esistenti alla data di entrata in vigore  del  decreto  del  Ministro
dell'interno del 9 aprile 1994, pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale
n. 116 del 20 maggio 1994, che non abbiano  completato  l'adeguamento
alle disposizioni di prevenzione incendi e siano ammesse, a  domanda,
al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio, approvato
con decreto del Ministro dell'interno  da  adottarsi  entro  sessanta
giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto. 
  8.  In  caso  di  omessa  presentazione  dell'istanza,  di  mancata
ammissione al piano straordinario ovvero nel caso in cui,  alla  data
del 31 dicembre 2012, non  risulti  ancora  completato  l'adeguamento
antincendio delle strutture ricettive di cui al comma 7, si applicano
le sanzioni di cui all'articolo 4 del decreto  del  Presidente  della
Repubblica 1° agosto 2011, n. 151.