DECRETO-LEGGE 25 giugno 2008, n. 112

Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitivita', la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione Tributaria.

note: Entrata in vigore del decreto: 25-6-2008.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 6 agosto 2008, n. 133 (in SO n.196, relativo alla G.U. 21/08/2008, n.195).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/10/2022)
Testo in vigore dal: 23-9-2016
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 18 
Reclutamento del personale ((delle aziende e istituzioni)) pubbliche 
 
  1. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 19 AGOSTO 2016, N. 175)). 
  2. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 19 AGOSTO 2016, N. 175)). 
  2-bis. ((Le aziende speciali e le  istituzioni))  si  attengono  al
principio  di  riduzione  dei  costi  del  personale,  attraverso  il
contenimento  degli  oneri  contrattuali  e   delle   assunzioni   di
personale. A tal  fine  l'ente  controllante,  con  proprio  atto  di
indirizzo, tenuto anche conto delle disposizioni che stabiliscono,  a
suo carico, divieti  o  limitazioni  alle  assunzioni  di  personale,
definisce, per ciascuno dei soggetti di cui  al  precedente  periodo,
specifici  criteri  e  modalita'  di  attuazione  del  principio   di
contenimento dei costi del personale, tenendo conto  del  settore  in
cui ciascun soggetto opera. ((Le aziende speciali e le  istituzioni))
adottano tali indirizzi con propri  provvedimenti  e,  nel  caso  del
contenimento degli oneri contrattuali, gli stessi vengono recepiti in
sede di contrattazione di secondo livello. Le aziende speciali  e  le
istituzioni che gestiscono servizi socio-assistenziali ed  educativi,
scolastici e per l'infanzia, culturali e alla persona (ex IPAB) e  le
farmacie sono escluse dai limiti di cui al precedente periodo,  fermo
restando l'obbligo di mantenere un livello dei  costi  del  personale
coerente rispetto alla quantita' di servizi erogati. Per  le  aziende
speciali cosiddette multiservizi le disposizioni di  cui  al  periodo
precedente si applicano qualora l'incidenza del fatturato dei servizi
esclusi risulti superiore al 50 per cento del totale del valore della
produzione. 
  3. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 19 AGOSTO 2016, N. 175)).