DECRETO-LEGGE 30 dicembre 2008, n. 207

Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti.

note: Entrata in vigore del decreto: 31-12-2008.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 27 febbraio 2009, n. 14 (in SO n.28, relativo alla G.U. 28/02/2009, n.49).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2017)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 28-2-2010
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 37
             Proroga di termini in materia di istruzione

  1. All'articolo 27, comma 4, primo periodo, del decreto legislativo
17  ottobre  2005,  n. 226, e successive modificazioni, le parole: "a
decorrere dall'anno scolastico e formativo 2009-2010" sono sostituite
dalle   seguenti:  "a  decorrere  dall'anno  scolastico  e  formativo
2010-2011".
  2.  E'  abrogato  il  comma 8 dell'articolo 1 della legge 12 luglio
2006, n. 228, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 12
maggio   2006,   n.   173;   all'articolo  13,  comma  1-quater,  del
decreto-legge  31  gennaio 2007, n. 7, convertito, con modificazioni,
dalla legge 2 aprile 2007, n. 40, il secondo periodo e' soppresso.
  2-bis. All'articolo 4, comma 9, del decreto-legge 3 giugno 2008, n.
97, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 agosto 2008, n. 129,
le parole: "2009-2010" sono sostituite dalle seguenti: "2010-2011".
  2-ter.  Al  decreto  legislativo  14  gennaio  2008,  n.  21,  sono
apportate le seguenti modifiche:
a) all'articolo  4,  comma  1,  la  parola: "105" e' sostituita dalla
   seguente: "100";
b) all'articolo  4, comma 2, le parole: "80" e: "25" sono sostituite,
   rispettivamente, dalle seguenti: "90" e: "10";
c) all'articolo   4,   comma  3,  nell'alinea,  la  parola:  "25"  e'
   sostituita dalla seguente: "10" e la lettera c) e' abrogata;
d) all'articolo  4,  comma  4,  sono  aggiunti,  in  fine, i seguenti
   periodi:  "Con  lo  stesso  decreto possono essere stabilite anche
   ulteriori  modalita'  per definire l'attribuzione dei punteggi nei
   casi  in cui non possono essere utilizzati in tutto o in parte gli
   elementi  di  cui al comma 3. Il Ministro ed i singoli atenei, per
   quanto  di  competenza,  provvedono  alla  adeguata valorizzazione
   della  lode  ottenuta  dagli  studenti  nella  valutazione  finale
   dell'esame di Stato";
e) all'articolo   5,  comma  1,  le  parole:  "scolastica  statale  o
   paritaria" sono soppresse.
  2-quater. Al fine di garantire la massima efficacia e tempestivita'
degli  interventi  in  favore della ricerca industriale, ivi compresi
quelli  cofinanziati  dai fondi strutturali, le convenzioni stipulate
dal  Ministero  dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca con
gli  istituti  bancari  per  la  gestione  degli interventi di cui al
decreto  legislativo 27 luglio 1999, n. 297, possono essere prorogate
fino alla stipula di nuove convenzioni a seguito dell'espletamento di
una  nuova  procedura  di gara e comunque non oltre il (( 31 dicembre
2010 )).