DECRETO-LEGGE 7 ottobre 2008, n. 154

Disposizioni urgenti per il contenimento della spesa sanitaria e in materia di regolazioni contabili con le autonomie locali.

note: Entrata in vigore del decreto: 8-10-2008.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 4 dicembre 2008, n. 189 (in G.U. 06/12/2008, n.286).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2014)
Testo in vigore dal: 31-7-2010
aggiornamenti all'articolo
                            Art. 2-quater
                  Disposizioni per gli enti locali

  1.  Ai fini dell'approvazione del bilancio di previsione degli enti
locali  e  della  verifica  della  salvaguardia  degli  equilibri  di
bilancio,  sono  confermate,  per l'anno 2009, le disposizioni di cui
all'articolo  1,  comma 1-bis, del decreto-legge 30 dicembre 2004, n.
314, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° marzo 2005, n. 26.
  2.  Per  l'anno  2009  i  trasferimenti  erariali in favore di ogni
singolo  ente  sono  determinati  in  base  alle  disposizioni recate
dall'articolo  2,  comma  2, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, ed
alle modifiche delle dotazioni dei fondi successivamente intervenute.
  3.  Le  disposizioni in materia di compartecipazione provinciale al
gettito  dell'imposta  sul  reddito  delle  persone  fisiche  di  cui
all'articolo  31,  comma  8,  della  legge  27 dicembre 2002, n. 289,
confermate  per  l'anno 2008 dall'articolo 2, comma 3, della legge n.
244 del 2007, sono prorogate per l'anno 2009.
  4.   All'articolo  160,  comma  1,  del  testo  unico  delle  leggi
sull'ordinamento  degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18
agosto  2000, n. 267, la lettera e) e' sostituita dalla seguente: "e)
i  modelli  relativi al conto del bilancio e la tabella dei parametri
gestionali; ".
  5.  All'articolo  161,  comma  1, del testo unico di cui al decreto
legislativo  18 agosto 2000, n. 267, il secondo periodo e' sostituito
dal  seguente:  "Le  certificazioni  sono firmate dal segretario, dal
responsabile  del  servizio  finanziario  e  dall'organo di revisione
economico-finanziario".
  6.  Al testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n.
267, sono apportate le seguenti modifiche:
    a)  all'articolo  151,  comma  7,  le  parole:  "30  giugno" sono
sostituite dalle seguenti: "30 aprile";
    b)  all'articolo  226,  comma  1,  le  parole:  "due  mesi"  sono
sostituite dalle seguenti: "30 giorni";
    c)  all'articolo  227,  comma  2,  primo  periodo, le parole: "30
giugno" sono sostituite dalle seguenti: "30 aprile";
    d)  all'articolo  233,  comma  1,  le  parole:  "due  mesi"  sono
sostituite dalle seguenti: "30 giorni".
  7. Le dichiarazioni di cui all'articolo 2, comma 4, del regolamento
di  cui  al decreto del Ministro dell'interno 1° luglio 2002, n. 197,
attestanti  il  minor  gettito  dell'imposta  comunale sugli immobili
derivante  da  fabbricati  del  gruppo catastale D per ciascuno degli
anni  2005  e  precedenti,  anche  se  gia' presentate, devono essere
trasmesse al Ministero dell'interno, a pena di decadenza, entro il 31
gennaio  2009  ed  essere  corredate  da  un'attestazione a firma del
responsabile  del  servizio  finanziario  dell'ente  locale,  nonche'
asseverate  dall'organo  di revisione, che evidenzi le minori entrate
registrate  per  ciascuno  degli  anni 2005 e precedenti e i relativi
contributi statali a tale titolo comunicati. ((5))
---------------
AGGIORNAMENTO (5)
  Il D.L. 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla
L.  30  luglio  2010,  n.  122  ha  disposto  (con  l'art.  14, comma
33-quater)   che   "Il   termine   del   31  gennaio  2009,  previsto
dall'articolo 2-quater, comma 7, del decreto-legge 7 ottobre 2008, n.
154,  convertito,  con modificazioni, dalla legge 4 dicembre 2008, n.
189,   per   la   trasmissione   al   Ministero   dell'interno  delle
dichiarazioni,   gia'   presentate,   attestanti   il  minor  gettito
dell'imposta  comunale  sugli  immobili  derivante  da fabbricati del
gruppo  catastale  D  per  ciascuno  degli anni 2005 e precedenti, e'
differito al 30 ottobre 2010."