DECRETO-LEGGE 25 giugno 2008, n. 112

Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitivita', la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione Tributaria.

note: Entrata in vigore del decreto: 25-6-2008.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 6 agosto 2008, n. 133 (in SO n.196, relativo alla G.U. 21/08/2008, n.195).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/07/2021)
Testo in vigore dal: 22-8-2008
aggiornamenti all'articolo
                          Art. 6-quinquies
       (((Fondo per il finanziamento di interventi finalizzati
al potenziamento della rete infrastrutturale di livello nazionale)))

  ((1.  E'  istituito,  nello stato di previsione del Ministero dello
sviluppo  economico,  a  decorrere  dall'anno  2009,  un fondo per il
finanziamento,  in  via  prioritaria,  di  interventi  finalizzati al
potenziamento  della  rete infrastrutturale di livello nazionale, ivi
comprese le reti di telecomunicazione e quelle energetiche, di cui e'
riconosciuta  la  valenza  strategica  ai fini della competitivita' e
della coesione del Paese. Il fondo e' alimentato con gli stanziamenti
nazionali  assegnati per l'attuazione del Quadro Strategico Nazionale
per  il  periodo  2007-2013  in  favore  di  programmi  di  interesse
strategico  nazionale,  di  progetti  speciali e di riserve premiali,
fatte salve le risorse che, alla data del 31 maggio 2008, siano state
vincolate  all'attuazione  di  programmi  gia'  esaminati  dal CIPE o
destinate al finanziamento del meccanismo premiale disciplinato dalla
delibera CIPE 3 agosto 2007, n. 82.
  2.  Con delibera del CIPE, su proposta del Ministero dello sviluppo
economico  d'intesa  con  il  Ministero  delle  infrastrutture  e dei
trasporti, si provvede alla ripartizione del fondo di cui al comma 1,
sentita  la  Conferenza  Unificata  di cui all'articolo 8 del decreto
legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e successive modificazioni, fermo
restando  il  vincolo  di  concentrare  nelle regioni del Mezzogiorno
almeno l'85% degli stanziamenti nazionali per l'attuazione del quadro
strategico  nazionale per il periodo 2007-2013. Lo schema di delibera
del  CIPE  e' trasmesso al Parlamento per il parere delle Commissioni
competenti  per materia e per i profili di carattere finanziario. Nel
rispetto  delle  procedure previste dal regolamento (CE) n. 1083/2006
del  Consiglio,  dell'11  luglio  2006, e successive modificazioni, i
Programmi  operativi nazionali finanziati con risorse comunitarie per
l'attuazione del Quadro Strategico Nazionale per il periodo 2007-2013
possono  essere  ridefiniti  in  coerenza  con  i  principi di cui al
presente articolo.
  3.  Costituisce  un  principio fondamentale, ai sensi dell'articolo
117,  terzo  comma,  della  Costituzione, la concentrazione, da parte
delle  regioni,  su  infrastrutture di interesse strategico regionale
delle   risorse  del  Quadro  Strategico  Nazionale  per  il  periodo
2007-2013  in  sede  di  predisposizione dei programmi finanziati dal
Fondo per le aree sottoutilizzate, di cui all'articolo 61 della legge
27   dicembre   2002,  n.  289,  e  successive  modificazioni,  e  di
ridefinizione   dei   programmi   finanziati  dai  Fondi  strutturali
comunitari.))