DECRETO LEGISLATIVO 6 settembre 2005, n. 206

Codice del consumo, a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229.

note: Entrata in vigore del decreto: 23-10-2005 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 17/01/2022)
vigente al 05/12/2022
Testo in vigore dal: 13-6-2014
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 50. 
 
((Requisiti formali  per  i  contratti  negoziati  fuori  dei  locali
                            commerciali)) 
 
  ((1. Per quanto riguarda i contratti  negoziati  fuori  dei  locali
commerciali il professionista fornisce al consumatore le informazioni
di cui all'articolo 49, comma  1,  su  supporto  cartaceo  o,  se  il
consumatore  e'  d'accordo,  su  un  altro  mezzo   durevole.   Dette
informazioni devono essere leggibili e presentate  in  un  linguaggio
semplice e comprensibile. 
  2.  Il  professionista  fornisce  al  consumatore  una  copia   del
contratto firmato o la conferma del contratto su supporto cartaceo o,
se il consumatore e' d'accordo, su un altro mezzo durevole, compresa,
se  del  caso,  la  conferma   del   previo   consenso   espresso   e
dell'accettazione del consumatore  in  conformita'  all'articolo  59,
comma 1, lettera o). 
  3. Se un consumatore vuole che la prestazione dei servizi ovvero la
fornitura di acqua, gas o elettricita',  quando  non  sono  messi  in
vendita in un volume  limitato  o  in  quantita'  determinata,  o  di
teleriscaldamento  inizi  durante  il  periodo  di  recesso  previsto
all'articolo 52, comma 2, il professionista esige che il  consumatore
ne faccia esplicita richiesta su un supporto durevole. 
  4. Per i contratti negoziati fuori dei locali commerciali in cui il
consumatore ha chiesto espressamente i servizi del professionista  ai
fini dell'effettuazione di lavori di riparazione o manutenzione e  in
virtu'  dei  quali  il  professionista  e  il  consumatore  adempiono
immediatamente ai propri obblighi contrattuali e l'importo  a  carico
del consumatore non supera i 200 euro: 
    a) il professionista fornisce al consumatore,  prima  che  questi
sia vincolato dal contratto, le informazioni di cui all'articolo  49,
comma 1, lettere b) e c), e le informazioni concernenti il  prezzo  o
le modalita' di calcolo del prezzo, accompagnate  da  una  stima  del
prezzo  totale,  su  supporto  cartaceo  o,  se  il  consumatore   e'
d'accordo, su un altro mezzo durevole. Il professionista fornisce  le
informazioni di cui all'articolo 49, comma 1, lettere a), h)  ed  m),
ma puo' scegliere di non fornirle su formato cartaceo o su  un  altro
mezzo durevole se il consumatore ha espressamente acconsentito; 
    b) la conferma del contratto fornita conformemente al comma 2 del
presente articolo contiene tutte le informazioni di cui  all'articolo
49, comma 1.)) 
                                                               ((24)) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (24) 
  Il D.Lgs. 21 febbraio 2014, n. 21 ha disposto (con l'art. 2,  comma
1) che le modifiche apportate al presente articolo  si  applicano  ai
contratti conclusi dopo il 13 giugno 2014.