DECRETO-LEGGE 29 settembre 1997, n. 328

Disposizioni tributarie urgenti.

note: Entrata in vigore del decreto: 30/9/1997.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 novembre 1997, n. 410 (in G.U. 29/11/1997, n.279).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/02/1999)
Testo in vigore dal: 9-3-1999
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 6-bis.
         (Disposizioni in materia di sanzioni e interessi).
  1.  Per  le procedure concorsuali in essere alla data di entrata in
vigore  della  legge  di  conversione  del  presente  decreto  non si
applicano  le  sanzioni  di  cui  all'articolo  44  del  decreto  del
Presidente  della  Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e all'articolo
92  del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n.
602,  ne'  gli  interessi,  a  condizione  che l'imposta dovuta venga
versata in un'unica soluzione entro trenta giorni:
    a)  dalla  data  di  pubblicazione del decreto di chiusura di cui
all'articolo 193 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, nel caso di
amministrazione controllata;
    b)  dalla  data del passaggio in cosa giudicata della sentenza di
omologazione  di cui all'articolo 181 del citato regio decreto n. 267
del  1942,  nel  caso  di concordato preventivo ((obbligatorio di cui
all'articolo  160,  secondo  comma,  numero  1),  del  medesimo regio
decreto 16 marzo 1942, n. 267));
    ((b-bis)   dalla   data   di   ultimazione   della   liquidazione
dell'attivo,  nel  caso  di  concordato  per  cessione di beni di cui
all'articolo  160,  secondo  comma,  numero  2), del regio decreto 16
marzo 1942, n. 267));
    c) dalla data del decreto di esecutivita' del piano di riparto di
cui  ((all'articolo 111)) del medesimo regio decreto n. 267 del 1942,
nel caso di fallimento;
    d)  dalla  data  del provvedimento di autorizzazione del piano di
riparto  di  cui all'articolo 212 del citato regio decreto n. 267 del
1942, nel caso di liquidazione coatta amministrativa;
    e)   dalla   data   del  provvedimento  di  autorizzazione  della
ripartizione  parziale  di  cui  all'articolo  2 del decreto-legge 30
gennaio  1979,  n.  26,  convertito, con modificazioni, dalla legge 3
aprile  1979,  n. 95, nel caso di amministrazione straordinaria delle
grandi imprese in crisi.
  2.  Il versamento di cui al comma 1 puo' essere effettuato anche in
dodici  rate bimestrali maggiorate degli interessi computati al tasso
di cui all'articolo 20 del decreto del Presidente della Repubblica 29
settembre  1973,  n.  602,  a  far  tempo  dai termini indicati nelle
lettere a), b), c), d) ed e) dello stesso comma 1.