DECRETO-LEGGE 8 agosto 1996, n. 437

Disposizioni urgenti in materia di imposizione diretta ed indiretta, di funzionalita' dell'Amministrazione finanziaria, di gestioni fuori bilancio, di fondi previdenziali e di contenzioso tributario.

note: Entrata in vigore del decreto: 26-8-1996.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 24 ottobre 1996, n. 556 (in G.U. 25/10/1996, n.251).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/10/2000)
Testo in vigore dal: 9-11-2000
aggiornamenti all'articolo
                                 Art. 7.
      Norme sul funzionamento dell'Amministrazione finanziaria
  1.  Alla  legge  24 aprile 1980, n. 146, sono apportate le seguenti
modificazioni:
    a)  nell'articolo  9,  secondo comma, la lettera a) e' sostituita
dalla  seguente:  " a) controlla, sulla base di direttive emanate dal
Ministro   delle   finanze,   sentite   le   competenti   commissioni
parlamentari,  l'attivita'  di  verifica  e  accertamento  di  uffici
espressamente   individuati  in  base  ad  elementi  oggettivi  nella
direttiva   stessa,   avvalendosi   anche   dei  direttori  regionali
territorialmente competenti o dei comandanti di zona della Guardia di
finanza;  controlla,  altresi',  sulla  base di direttive emanate dal
Ministro  delle  finanze,  le  verifiche  eseguite  dalla  Guardia di
finanza;".  Nello  stesso  comma,  nella  lettera b), le parole: "del
controllo" sono sostituite dalle seguenti: "dei controlli", e dopo la
lettera  d)  e' aggiunta la seguente lettera: " d-bis) esprime pareri
su  specifiche  questioni  sottoposte al suo esame dal Ministro delle
finanze.";
    2. LETTERA SOPPRESSA DALLA L. 24 OTTOBRE 1996, N. 556;
    c)  nell'articolo  11  e'  aggiunto,  in fine, il seguente comma:
"Fermo   restando   l'espletamento  dei  compiti  di  istituto,  agli
ispettori  tributari  possono essere affidati per un periodo di tempo
determinato, con provvedimento del Ministro delle finanze, sentito il
comitato  di  coordinamento,  specifici  incarichi  di  studio  e  di
consulenza.".
  2. COMMA SOPPRESSO DALLA L. 24 OTTOBRE 1996, N. 556.
  3. COMMA ABROGATO DAL D. LGS. 5 OTTOBRE 1998, N. 361.
  4.   ((IL   DECRETO   28  SETTEMBRE  2000,  N.  301  HA  CONFERMATO
L'ABROGAZIONE DEL PRESENTE COMMA)).
  5.  All'elaborazione  degli  studi  di  settore  di  cui al comma 4
partecipa  altresi',  su  direttiva  del  Ministro  delle finanze, la
Scuola  di polizia tributaria della Guardia di finanza, fatti salvi i
compiti previsti dalla legge 29 ottobre 1965, n. 1218.
  6.   Per   il   pagamento   del  compenso  previsto  dal  comma  22
dell'articolo  78  della  legge  30  dicembre  1991, n. 413, relativo
all'assistenza   prestata  negli  anni  1994  e  1995  ai  lavoratori
dipendenti e pensionati da parte dei centri autorizzati di assistenza
fiscale,  trovano  applicazione  le  disposizioni  di  cui al comma 3
dell'articolo   62   del   decreto-legge  30  agosto  1993,  n.  331,
convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427.
  6-bis.  All'articolo  78,  comma  10, primo periodo, della legge 30
dicembre  1991,  n. 413, le parole: "lettere a) e d)" sono sostituite
dalle   seguenti:  "lettere  a),  d),  e  g),  con  esclusione  delle
indennita' percepite dai membri del Parlamento europeo". All'articolo
1,  comma  1, del decreto del Presidente della Repubblica 4 settembre
1992,  n.  395,  le  parole:  "lettere a) e d) "sono sostituite dalle
seguenti:  "lettere  a)  d)  e  g),  con  esclusione delle indennita'
percepite dai membri del Parlamento europeo".
  6-ter.  Le  disposizioni  di  cui  al  comma  6-bis  si applicano a
decorrere dal periodo di imposta 1997.
  7.  Il  termine previsto dall'articolo 3, comma 163, della legge 28
dicembre  1995,  n.  549,  a  decorrere  dal  quale  le  compagnie di
assicurazione  sono tenute ad effettuare l'esazione della tassa sugli
autoveicoli, e' differito fino al 31 dicembre 1997.