DECRETO-LEGGE 29 dicembre 1995, n. 560

Interventi urgenti a favore delle zone colpite da eccezionali eventi calamitosi del 1995 e ulteriori disposizioni riguardanti precedenti alluvioni, nonche' misure urgenti in materia di protezione civile.

note: Entrata in vigore del decreto: 30-12-1995.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 26 febbraio 1996, n. 74 (in G.U. 27/02/1996, n.48).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/06/2012)
Testo in vigore dal: 28-2-1996
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 1.
                       Ambito di applicazione

  1.  Le  disposizioni del presente decreto sono volte a fronteggiare
le situazioni di emergenza verificatesi:
    a)  a seguito degli eccezionali eventi alluvionali nelle regioni:
Basilicata  il  giorno  15  agosto  1995, Calabria dal 13 al 14 marzo
1995,  Campania  il  21  settembre  1995, Friuli-Venezia Giulia il 19
settembre  1995, Lazio dal 16 al 17 settembre 1995, Liguria dal 25 al
26  settembre 1995 ed il giorno 16 novembre 1995 e dal 4 al 6 ottobre
1995,  Lombardia  il  3  luglio  1995  e dal 12 al 14 settembre 1995,
Puglia  ((  nei  mesi di agosto, settembre e dicembre 1995)), Sicilia
dal  13  al 14 marzo 1995, il 31 luglio 1995 e nei giorni 13, 16 e 19
agosto  1995, Toscana dal 18 al 19 settembre 1995 e il 5 ottobre 1995
(( nonche' il 2 novembre 1995 e dal 24 al 27 dicembre 1995 )), Umbria
dal  13  al  14  settembre  1995, Veneto dal 30 al 31 maggio 1995 ((,
Piemonte  dal  16  al  18  maggio 1994 e dal 19 al 20 settembre 1995,
Emilia-Romagna  dal  22  al 26 dicembre 1995; nonche' a seguito degli
eccezionali     eventi     alluvionali     verificatisi     nell'Agro
sarnese-nocerino nei mesi di luglio e agosto 1995));
    b)  a  seguito  degli  eventi  sismici verificatisi nel giorno 10
ottobre 1995 (( nelle province di Massa Carrara, Lucca e La Spezia ))
e nel giorno 30 settembre 1995 nella regione Puglia;
    c)  a  seguito del dissesto idrogeologico verificatosi nei giorni
14 e 15 ottobre 1995 nel comune di Camaiore (Lucca);
    ((  c-bis)  a seguito del dissesto idrogeologico verificatosi dal
giorno 1 marzo 1995 e tuttora in atto nel comune di Civitacampomarano
in provincia di Campobasso;
    c-ter)  a  seguito  della  situazione di eccezionale attivita' di
aggressione  del mare e del conseguente fenomeno erosivo verificatosi
sulla costa abruzzese nel dicembre 1995)).
  2.  Con  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei Ministri, da
emanarsi  entro  trenta  giorni  dalla  data di entrata in vigore del
presente  decreto,  sentiti  i  presidenti delle giunte delle regioni
interessate,  sono  individuati  i comuni nel cui ambito territoriale
sono  ricomprese  le zone colpite dagli eccezionali eventi calamitosi
verificatisi  nel  1995,  anche  eventualmente  indicando le parti di
territorio comunale effettivamente colpite.