DECRETO-LEGGE 27 agosto 1993, n. 323

Provvedimenti urgenti in materia radiotelevisiva.

note: Entrata in vigore del decreto: 28/08/1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 27 ottobre 1993, n. 422 (in G.U. 27/10/1993, n.253).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2007)
Testo in vigore dal: 8-9-2005
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 6. 
  1. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 31 LUGLIO 2005, N. 177)). 
  1-bis. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 31 LUGLIO 2005, N. 177)). 
  2. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 31 LUGLIO 2005, N. 177)). 
  2-bis. Gli impianti eserciti da emittenti  appartenenti  a  persone
fisiche o giuridiche che alla data di entrata in vigore  della  legge
di conversione del presente decreto risultano fallite, debbono essere
immediatamente disattivati. 
  3. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 31 LUGLIO 2005, N. 177)). 
  4. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 31 LUGLIO 2005, N. 177)). 
  5. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 31 LUGLIO 2005, N. 177)). 
  6. Per le emittenti radiofoniche il divieto di  detenere  frequenze
non indispensabili per l'illuminazione dell'area di  servizio  e  del
bacino, previsto dall'articolo 32, comma  4,  della  legge  6  agosto
1990, n. 223, si applica a  decorrere  dalla  data  di  pubblicazione
nella Gazzetta Ufficiale di apposito avviso di approvazione del piano
nazionale di assegnazione delle radiofrequenze per la radiodiffusione
sonora, ad eccezione  delle  emittenti  che  irradiano  con  impianti
ubicati in uno stesso sito con un sistema  di  antenne  di  identiche
caratteristiche tecnico-operative.