DECRETO-LEGGE 27 agosto 1993, n. 323

Provvedimenti urgenti in materia radiotelevisiva.

note: Entrata in vigore del decreto: 28/08/1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 27 ottobre 1993, n. 422 (in G.U. 27/10/1993, n.253).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2007)
Testo in vigore dal: 23-12-1996
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3. 
  1. Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge di
conversione del presente decreto, il Ministro  delle  poste  e  delle
telecomunicazioni procede  alla  revisione  del  piano  nazionale  di
assegnazione delle radiofrequenze per la radiodiffusione  televisiva,
approvato con decreto del  Presidente  della  Repubblica  20  gennaio
1992, di cui all'avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 53 del
4 marzo 1992, tenendo conto del  quadro  normativo  vigente  e  della
rapida evoluzione tecnologica del settore. 
  2. Anche al fine di garantire, fino  all'entrata  in  vigore  della
nuova disciplina del sistema radiotelevisivo e dell'editoria  di  cui
al comma 2 dell'articolo 2  della  legge  25  giugno  1993,  n.  206,
l'equilibrio tra i soggetti operanti nella radiodiffusione televisiva
in ambito nazionale e quelli operanti in ambito locale,  il  Ministro
delle poste e delle telecomunicazioni non rilascia le concessioni per
la  radiodiffuzione  televisiva  in  ambito  nazionale,  comprese  le
autorizzazioni a ripetere programmi esteri, a piu' di otto  emittenti
televisive  nazionali  private,  sulla  base   dell'elenco   di   cui
all'articolo  1  del  decreto  del  Ministro  delle  poste  e   delle
telecomunicazioni del 13 agosto 1992. 
  3. ((COMMA ABROGATO DAL D.L. 23 OTTOBRE 1996,  N.  545,  CONVERTITO
CON MODIFICAZIONI DALLA L. 23 DICEMBRE 1996, N. 650)).