DECRETO-LEGGE 27 agosto 1993, n. 323

Provvedimenti urgenti in materia radiotelevisiva.

note: Entrata in vigore del decreto: 28/08/1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 27 ottobre 1993, n. 422 (in G.U. 27/10/1993, n.253).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2007)
Testo in vigore dal: 28-10-1993
aggiornamenti all'articolo
                            Art. 11-bis. 
  ((1. Il comma 1 dell'articolo 9 della legge 6 agosto 1990, n.  223,
e' sostituito dal seguente: 
  "1. Le amministrazioni statali, gli enti pubblici territoriali, gli
altri  enti  pubblici,  compresi  quelli  economici,  questi   ultimi
limitatamente alla pubblicita' diffusa sul territorio nazionale, sono
tenuti a destinare alla pubblicita' su  emittenti  televisive  locali
nonche' su emittenti radiofoniche nazionali e locali almeno il 15 per
cento delle somme stanziate in bilancio per le campagne pubblicitarie
e  di  promozione  delle  proprie  attivita'.   Gli   enti   pubblici
territoriali, gli altri enti pubblici a rilevanza regionale e locale,
compresi quelli economici, sono  tenuti  a  destinare,  relativamente
alla pubblicita' non diffusa in ambito nazionale, almeno  il  25  per
cento delle somme stanziate in bilancio per le campagne pubblicitarie
e di promozione delle proprie attivita', su  emittenti  televisive  e
radiofoniche  locali.  La  ripartizione  tra  emittenti  radiofoniche
locali,  emittenti  radiofoniche  nazionali  e  emittenti  televisive
locali  deve  avvenire  senza  discriminazione,  secondo  criteri  di
economicita' e in base alle norme di cui al  decreto  del  Presidente
della  Repubblica  27  marzo  1992,  n.  255.  I  comitati  regionali
radiotelevisivi vigilano sull'applicazione del presente articolo". 
  2. Entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge
di conversione del presente decreto, l'articolo  4  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 27 marzo  1992,  n.  255,  dovra'  essere
adeguato alle disposizioni di cui al comma 1.))