DECRETO-LEGGE 20 maggio 1993, n. 148

Interventi urgenti a sostegno dell'occupazione.

note: Entrata in vigore del decreto: 20-05-1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 19 luglio 1993, n. 236 (in G.U. 19/07/1993, n.167).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2017)
Testo in vigore dal: 20-7-1993
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 9-ter. 
                 (( (Disposizioni per l'ENI spa). )) 
  ((1. A seguito della trasformazione dell'ENI in societa' per azioni
ai sensi del decreto- legge 11 luglio 1992,  n.333,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 8 agosto 1992,  n.  359,  e  dei  previsti
riassetti organizzativi e produttivi, fino al 31 dicembre 1994  l'ENI
spa puo' predisporre un programma  biennale  di  prepensionamenti  di
anzianita', riguardante anche le societa' del gruppo, nei  limiti  di
1.500 unita'. Di tale programma deve essere data  comunicazione  alle
organizzazioni sindacali  interessate  aderenti  alle  confederazioni
maggiormente rappresentative sul piano nazionale. 
  2. Possono essere ammessi al beneficio del pensionamento, di cui al
comma 1, i lavoratori in possesso di almeno  30  anni  di  anzianita'
contributiva ed assicurativa nell'assicurazione generale obbligatoria
per l'invalidita', la  vecchiaia  e  i  superstiti  ovvero  in  forme
sostitutive dell'assicurazione  generale  obbligatoria.  Agli  stessi
lavoratori il trattamento pensionistico di anzianita'  viene  erogato
con una maggiorazione  dell'anzianita'  contributiva  e  assicurativa
pari al periodo necessario per la maturazione del  requisito  dei  35
anni   prescritto   dalle   disposizioni   regolanti   la    suddetta
assicurazione generale obbligatoria, ed in ogni caso non superiore al
periodo compreso tra la data di risoluzione del rapporto di lavoro  e
quella del compimento dell'eta' pensionabile  in  vigore  al  momento
della presentazione della domanda di pensione. 
  3.  Le  domande  di  prepensionamento  devono   essere   presentate
irrevocabilmente alle aziende  di  appartenenza  dai  lavoratori  che
siano gia' in possesso dei requisiti di cui al comma 2, ovvero che li
matureranno nel corso del 1994, entro novanta giorni  dalla  data  di
entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. 4.
L'ENI spa, sulla base del programma di cui al comma 1 e delle domande
presentate,  provvedera'  a  selezionare  le  stesse,  trasmettendole
all'INPS e all'INPDAI. Il rapporto di lavoro dei  dipendenti  le  cui
domande sono trasmesse all'INPS e all'INPDAI si estingue  nell'ultimo
giorno del mese in  cui  l'azienda  effettua  la  trasmissione  delle
domande stesse. 
  5. L'ENI spa e le societa' del gruppo interessate corrispondono per
ciascun mese  di  anticipazione  della  pensione  ai  Fondi  pensioni
gestiti dagli enti di cui al comma  4,  una  somma  pari  all'importo
risultante dall'applicazione dell'aliquota contributiva in vigore per
i fondi medesimi sull'ultima retribuzione annua percepita da  ciascun
lavoratore interessato, ragguagliata a mese, nonche' una  somma  pari
all'importo  mensile  della  pensione  anticipata,  ivi  compresa  la
tredicesima mensilita'. Dette somme  sono  corrisposte  entro  trenta
giorni dalla richiesta all'INPS e all'lNPDAI in unica soluzione o  in
un numero di rate mensili di pari importo, non superiore a quello dei
mesi di anticipazione  della  pensione,  maggiorato  degli  interessi
nella misura del 10 per cento in ragione dell'anno.))