DECRETO-LEGGE 23 aprile 1993, n. 118

Disposizioni urgenti per la soppressione del Ministero delle partecipazioni statali e per il riordino di IRI, ENI, ENEL, IMI, BNL e INA.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/04/1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 23 giugno 1993, n. 202 (in G.U. 23/06/1993, n.145).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/12/2013)
Testo in vigore dal: 24-6-1993
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; 
  Ritenuta la straordinaria necessita' ed urgenza di provvedere  alla
definizione di un nuovo assetto organizzativo  per  la  realizzazione
del programma di riordino di IRI, ENI, ENEL, IMI, BNL e INA,  nonche'
del programma di liquidazione e di riordino dell'EFIM; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,  adottata  nella
riunione del 23 aprile 1993; 
  Sulla proposta del Presidente del  Consiglio  dei  Ministri  e  del
Ministro  per   le   funzioni   connesse   al   riordinamento   delle
partecipazioni statali, di concerto  con  i  Ministri  del  tesoro  e
dell'industria, del commercio e dell'artigianato; 
                              E M A N A 
                     il seguente decreto-legge: 
                               Art. 1. 
  1.  Il  Ministero  delle  partecipazioni  statali  e  la   relativa
Ragioneria centrale, istituiti con legge 22 dicembre 1956,  n.  1589,
sono soppressi con effetto dalla data del 22 febbraio 1993. 
  ((2. Il Ministro dell'industria, del commercio  e  dell'artigianato
subentra,  con  effetto  dalla  data  di  cui  al  comma   1,   nelle
attribuzioni e nei  rapporti  del  Ministro  e  del  Ministero  delle
partecipazioni statali. Nella composizione  degli  organi  collegiali
politici o amministrativi ogni riferimento al Ministro o al Ministero
delle  partecipazioni   statali   dovra'   tenere   conto   di   tale
trasferimento di attribuzioni)). 
  3. ((COMMA SOPPRESSO DALLA L. 23 GIUGNO 1993, N. 202)). 
  4. ((COMMA SOPPRESSO DALLA L. 23 GIUGNO 1993, N. 202)).