DECRETO-LEGGE 22 marzo 1993, n. 71

Disposizioni in materia di sgravi contributivi nel Mezzogiorno e di fiscalizzazione degli oneri sociali.

note: Entrata in vigore del decreto: 22-3-1993.
Decreto-Legge convertito dalla L. 20 maggio 1993, n. 151 (in G.U. 21/05/1993, n.117).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/02/2003)
Testo in vigore dal: 22-3-1993
                               Art. 4. 
             Modifica dell'articolo 6 del decreto-legge 
       9 ottobre 1989, n. 338, convertito, con modificazioni, 
                dalla legge 7 dicembre 1989, n. 389. 
  1. Il comma 10 dell'articolo 6 del decreto-legge 9 ottobre 1989, n.
338, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 dicembre  1989,  n.
389, e' sostituito dal seguente: 
  " 10. Le disposizioni di cui al comma 9 operano per una durata pari
ai periodi di inosservanza anche di  una  delle  condizioni  previste
dallo stesso comma aumentati del 50 per cento. Nelle ipotesi  di  cui
alle lettere b) e c) del medesimo comma 9 la perdita della  riduzione
non puo' superare il maggiore  importo  tra  contribuzione  omessa  e
retribuzione non corrisposta.". 
  2. La disposizione di cui al comma 1 ha efficacia a  partire  dalla
data di entrata in vigore della legge  di  conversione  del  presente
decreto e si applica anche ai periodi anteriori a tale  data  qualora
il datore di lavoro provveda all'adempimento delle condizoni  di  cui
all'articolo 6, comma 9, lettere b) e c), del citato decreto-legge n.
338  del  1989,  entro  il  termine  perentorio  di  sessanta  giorni
assegnato dall'INPS.