DECRETO-LEGGE 18 gennaio 1992, n. 9

Disposizioni urgenti per l'adeguamento degli organici delle forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, nonche' per il potenziamento delle infrastrutture, degli impianti e delle attrezzature delle forze di polizia.

note: Entrata in vigore del decreto: 21/1/1992.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 28 febbraio 1992, n. 217 (in G.U. 09/03/1992, n.57).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/08/2013)
  • Articoli
  • AUMENTO DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI
    STATO, ALL'ARMA DEI CARABINIERI E AL CORPO DELLA GUARDIA DI
    FINANZA.
  • 1
  • agg.1
  • orig.
  • 2
  • 3
  • orig.
  • 4
  • AUMENTO DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA
    DI
    STATO, ALL'ARMA DEI CARABINIERI E AL CORPO DELLA GUARDIA
    DI
    FINANZA.
  • 4 bis
  • 5
  • agg.1
  • orig.
  • AUMENTO DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI
    STATO, ALL'ARMA DEI CARABINIERI E AL CORPO DELLA GUARDIA DI
    FINANZA.
  • 6
  • AUMENTO DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI
    STATO, ALL'ARMA DEI CARABINIERI E AL CORPO DELLA GUARDIA DI
    FINANZA.
  • 7
  • orig.
  • INFRASTRUTTURE, IMPIANTI E ATTREZZATURE
    TECNICO-LOGISTICHE DELLE FORZE DI POLIZIA
  • 8
  • orig.
  • 9
  • 10
  • orig.
  • 11
  • AUMENTO DEGLI ORGANICI E POTENZIAMENTO DELLE DOTAZIONI
    TECNICO-LOGISTICHE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO.
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • Allegati
Testo in vigore dal: 24-11-1994
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 8 
      Determinazione del programma pluriennale degli interventi 
 
  1. Il Ministro dell'interno, nel quadro del coordinamento  e  della
pianificazione previsti dall'articolo 6 della legge 1 aprile 1981, n. 
121, sentito il Comitato  nazionale  dell'ordine  e  della  sicurezza
pubblica di cui all'articolo 18 della  stessa  legge,  predispone  un
programma pluriennale straordinario di  interventi  per  il  triennio
1992-1994, al fine di acquisire opere, infrastrutture ed  impianti  e
mezzi   tecnici    e    logistici,    compresi    quelli    destinati
all'equipaggiamento e alle attrezzature di sicurezza, necessari  allo
sviluppo e all'ammodernamento  delle  strutture,  delle  dotazioni  e
degli apparati strumentali della  Polizia  di  Stato,  dell'Arma  dei
carabinieri e del Corpo della guardia di finanza. 
  2.  Per  l'attuazione  del   programma   di   cui   al   comma   1,
l'Amministrazione puo' assumere impegni  pluriennali,  corrispondenti
alle rate di ammortamento dei mutui contratti dai  fornitori,  ovvero
stipulare contratti di locazione, anche finanziaria. 
  3. Per le finalita' di cui al comma 1 sono  autorizzati  limiti  di
impegno quindicennali di lire 80.000 milioni per ciascuno degli  anni
1992 e 1993 e di lire 100.000 milioni per l'anno 1994. 
  4. Per l'attuazione di un piano di  potenziamento  delle  dotazioni
tecniche e logistiche  per  le  esigenze  delle  sezioni  di  polizia
giudiziaria, ad integrazione di quanto previsto dall'articolo 14  del
decreto-legge 4 ottobre 1990, n. 276, convertito, con  modificazioni,
dalla legge 30 novembre 1990, n.  359,  sono  autorizzati  limiti  di
impegno quindicennali di lire 20.000 milioni per ciascuno degli  anni
1992 e 1993, da utilizzare con le modalita' di cui al comma 2. 
  5. Con decreto del Ministro del tesoro, su  proposta  del  Ministro
dell'interno, possono essere trasferiti dal capitolo 2653 dello stato
di previsione del Ministero  dell'interno  fondi  ai  capitoli  2615,
2632, 2635 e  2754  del  medesimo  stato  di  previsione  nel  limite
complessivo massimo di 10.000,  12.000  e  15.000  milioni  di  lire,
rispettivamente, per gli anni 1992, 1993 e 1994. ((4)) 
    
-----------------
    
AGGIORNAMENTO (4) 
  Il D. L. 23 settembre 1994, n.  547  convertito  con  modificazioni
dalla L. 22 novembre 1994, n. 644 ha disposto (con l'art. 2, comma 2)
"La durata delle operazioni finanziarie di  cui  all'articolo  8  del
decreto-legge 18 gennaio 1992, n. 9, convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 28 febbraio 1992, n.  217,  si  intende  stabilita  nella
durata massima di anni 15 e le somme  a  tal  fine  autorizzate,  non
impegnate nell'anno di competenza,  possono  esserlo  nei  successivi
cinque anni."