DECRETO-LEGGE 31 agosto 1987, n. 359

Provvedimenti urgenti per la finanza locale.

note: Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 ottobre 1987, n. 440 (in G.U. 31/10/1987, n.255). (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/2000)
Testo in vigore dal: 1-9-1987
                              Art. 11.
                  Entrate a specifica destinazione

  1. I comuni e le province possono utilizzare in termini di cassa le
entrate  a specifica destinazione per il pagamento di spese correnti,
ancorche'  provenienti  dall'assunzione di mutui con istituti diversi
dalla  Cassa  depositi  e prestiti, per un importo non superiore alla
anticipazione  di  tesoreria,  di  tempo in tempo disponibile, di cui
all'articolo 6 della legge 21 dicembre 1978, n. 843.
  2.  Il  ricorso  all'utilizzo delle somme a specifica destinazione,
secondo   le   modalita'  di  cui  al  comma  1,  vincola  una  quota
corrispondente  dell'anticipazione di tesoreria. Con i primi introiti
non  soggetti  a  vincolo di destinazione deve essere ricostituita la
consistenza  delle  somme  vincolate che sono state utilizzate per il
pagamento di spese correnti.