DECRETO-LEGGE 15 giugno 1984, n. 232

Modificazioni al regime fiscale per gli alcoli e per alcune bevande alcoliche in attuazione delle sentenze 15 luglio 1982 e 15 marzo 1983 emesse dalla Corte di giustizia delle Comunita' europee nelle cause n. 216/81 e n. 319/81, nonche' aumento dell'imposta sul valore aggiunto su alcuni vini spumanti e dell'imposta di fabbricazione sugli alcoli.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 28 luglio 1984, n. 408 (in G.U. 02/08/1984, n.212).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 02/08/1984)
Testo in vigore dal: 3-8-1984
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 4-bis

  ((1.  La  riduzione  di  imposta  di  fabbricazione  sugli  spiriti
prevista  per  la  preparazione  del  vino  marsala  e  del  vermouth
dall'articolo   29   del  decreto-legge  6  ottobre  1948,  n.  1200,
convertito  in legge, con modificazioni, dalla legge 3 dicembre 1948,
n.  1388,  e  successive  modificazioni,  e'  estesa  a  tutti i vini
liquorosi e a tutti i vini aromatizzati, ivi compresi quelli prodotti
nei  Paesi  C.E.E. ed importati in Italia, secondo norme da adottare,
entro il 31 dicembre 1985, con decreto del Ministro delle finanze, di
concerto con il Ministro dell'agricoltura e delle foreste.
  2.  Con  decreto  di  cui  al  comma  1  deve essere esteso ai vini
liquorosi  l'obbligo  di  vendita  al consumo in recipienti muniti di
apposito  contrassegno  di  Stato  vigente per i vini aromatizzati, e
devono  essere  determinate  le caratteristiche di tale contrassegno,
che  verra'  ceduto al prezzo stabilito per quello vigente per i vini
aromatizzati)).