DECRETO-LEGGE 18 agosto 1978, n. 481

Fissazione al 1 gennaio 1979 del termine previsto dallo art. 113, decimo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616, per la cessazione di ogni contribuzione, finanziamento o sovvenzione a favore degli enti di cui alla tabella B del medesimo decreto, nonche' norme di salvaguardia del patrimonio degli stessi enti, delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza e della disciolta Amministrazione per le attivita' assistenziali italiane ed internazionali.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 21 ottobre 1978, n. 641 (in G.U. 24/10/1978, n.298).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/03/1989)
Testo in vigore dal: 6-11-1978
aggiornamenti all'articolo
                          Art. 1-quinquies

  L'Ente  autonomo di gestione per le aziende termali e soppresso con
effetto  dalla  data  di entrata in vigore della legge di conversione
del presente decreto.
  Le operazioni di liquidazione dei rapporti facenti capo a qualsiasi
titolo   all'ente   soppresso   sono  affidate  al  comitato  di  cui
all'articolo  4  del decreto-legge 7 aprile 1977, n. 103, convertito,
con  modificazioni,  nella  legge  6 giugno 1977, n. 267. Al comitato
saranno  attribuiti, per le occorrenze della liquidazione ((e)) delle
societa' di cui al comma seguente, gli aumenti del fondo di dotazione
deliberati anche a favore dell'ente soppresso.
  Le  partecipazioni azionarie delle societa' inquadrate nel predetto
ente  nonche'  i rapporti patrimoniali e giuridici dell'EAGAT saranno
assegnati   all'Ente   partecipazioni   e   finanziamento   industria
manifatturiera  - EFIM e verranno collocati dall'EFIM in una speciale
gestione   priva   di   personalita'   giuridica,   contabilmente   e
finanziariamente separata.
  L'EFIM  provvede,  nei  modi  e  nei  termini  previsti da apposito
provvedimento legislative:
    a)  al ripianamento delle perdite e al risanamento delle gestioni
delle societa' gia' facenti capo all'EAGAT;
    b)  all'inquadramento  nell'EFIM delle societa' o stabilimenti di
imbottigliamento di acque minerali, gia' inquadrate nell'EAGAT;
    c)  al  trasferimento  alle  regioni  delle attivita', patrimoni,
pertinenze  e  personale  delle  aziende  termali,  ivi  comprese  le
attivita'  e  i  patrimoni  alberghieri, per l'ulteriore destinazione
agli enti locali nei tempi e nei modi previsti dalla legge di riforma
sanitaria,  nonche'  al  trasferimento alle regioni interessate delle
attivita' e del patrimonio del Centro ittico tarantino campano S.p.a.