DECRETO-LEGGE 13 agosto 1975, n. 376

Provvedimenti per il rilancio dell'economia riguardanti le esportazioni, l'edilizia e le opere pubbliche.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 16 ottobre 1975, n. 492 (in G.U. 17/10/1975, n.276).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/05/2010)
Testo in vigore dal: 18-10-1975
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 6.
                       Edilizia convenzionata

  ((Per  la concessione di contributi ai sensi dell'articolo 72 della
legge  22  ottobre  1971, n. 865, e del titolo II del decreto-legge 6
settembre  1965,  n. 1022, convertito nella legge 1 novembre 1965, n.
1179,  e  successive  modificazioni  ed  integrazioni, in aggiunta ai
limiti d'impegno di cui all'articolo 9 della legge 27 maggio 1975, n.
166,  sono  autorizzati,  rispettivamente,  gli  ulteriori  limiti di
impegno  di  lire  25  miliardi  e  di  lire  15  miliardi per l'anno
finanziario 1976. Le annualita' relative sono iscritte nello stato di
previsione della spesa del Ministero dei lavori pubblici.
  II  Ministro  per  i  lavori  pubblici, presidente del Comitato per
l'edilizia  residenziale,  entro  il  31  ottobre  1975 provvede alla
ripartizione territoriale dei contributi, secondo i criteri stabiliti
dal secondo comma dell'articolo 9 della legge 27 maggio 1975, n. 166.
  Il termine previsto dal primo comma dell'articolo 12 della legge 27
maggio  1975,  n.  166,  per l'invio da parte delle regioni del nulla
osta  ai  privati,  alle  cooperative  e agli enti pubblici che hanno
presentato  domanda  ai  sensi dell'articolo 11 della stessa legge 27
maggio 1975, n. 166, e nei termini previsti dallo stesso articolo 11,
al  comune  interessato,  all'istituto  di  credito ed al CER decorre
dalla   data   di   comunicazione  alla  regione  della  ripartizione
territoriale  dei  contributi.  Il  termine  previsto  dal successivo
articolo  13 della citata legge 27 maggio 1975, n. 166, decorre dalla
data  di comunicazione ai comuni interessati del nulla osta regionale
rilasciato.
  I  termini  previsti  dal  primo e dal terzo comma dell'articolo 16
della legge 27 maggio 1975, n. 166, sono prorogati rispettivamente al
29 febbraio 1976 ed al 31 marzo 1976.
  La  limitazione temporale riguardante l'iscrizione presso la camera
di  commercio,  industria, agricoltura e artigianato, di cui al primo
comma  dell'articolo  11  della  legge 27 maggio 1975, n. 166, non si
applica  alle  societa'  a  prevalente  partecipazione  regionale e/o
comunale.))