DECRETO-LEGGE 21 settembre 1973, n. 566

Provvedimenti straordinari per l'Amministrazione della giustizia.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 08 novembre 1973, n. 685 (in G.U. 15/11/1973, n.295).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/07/1975)
Testo in vigore dal: 16-11-1973
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3.

  ((Fermo  restando  quanto  disposto dall'articolo 27 della legge 11
agosto 1973, n. 533,)):
  ((...)) Sono estese all'Amministrazione giudiziaria le disposizioni
relative all'assunzione temporanea di personale di cui al decreto del
Presidente  della  Repubblica  31 marzo 1971, n. 276, per l'esclusiva
esplicazione di mansioni di dattilografia.
  All'assunzione  provvedono,  nei limiti dei posti vacanti esistenti
presso  i  vari  uffici  giudiziari,  il  presidente e il procuratore
generale  della  Corte  di  cassazione, i presidenti ed i procuratori
generali   delle   corti  di  appello  nell'ambito  della  rispettiva
competenza ((...)).
  ((All'assunzione provvedono, nei limiti dei posti vacanti esistenti
presso  i  vari  uffici  giudiziari,  i  capi  degli  uffici  stessi,
nell'ambito della rispettiva competenza)).