DECRETO-LEGGE 18 novembre 1966, n. 976

Ulteriori interventi e provvidenze per la ricostruzione e per la ripresa economica nei territori colpiti dalle alluvioni e mareggiate dell'autunno 1966.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 23 dicembre 1966, n. 1142 (in G.U. 30/12/1966, n.328).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
Testo in vigore dal: 31-12-1966
aggiornamenti all'articolo
                            Art. 43-bis.

  ((Le  Casse  di  risparmio  ed i Monti di credito su pegno di prima
categoria,  nonche'  l'Istituto  di  credito  delle  Casse  rurali ed
artigiane per conto delle proprie socie, sono autorizzati ad operare,
anche in deroga alle norme di legge e di statuto che li disciplinano,
con il Mediocredito centrale per la concessione di finanziamenti, con
i benefici del presente decreto, a favore di privati danneggiati, per
il riacquisto di masserizie perdute o danneggiate e per il ripristino
di  studi  professionali  e  artistici  distrutti  o danneggiati, ivi
comprese le opere murarie.
  Il  Ministro  per il tesoro, con proprio decreto, fissera' i limiti
massimi dei finanziamenti predetti per ciascuna categoria)).