REGIO DECRETO-LEGGE 3 febbraio 1921, n. 54

Che ripristina la liberta' di commercio degli oli minerali, e modifica il sistema di tassazione della benzina e del petrolio. (021U0054)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 09/02/1921
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 17 aprile 1925, n. 473 (in G.U. 05/05/1925, n. 104).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/12/2008)
Testo in vigore dal: 9-2-1921
al: 15-12-2009
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto il R. decreto 15 settembre 1915, n.  1373,  che  istitui'  la
tassa di vendita sugli oli minerali; 
 
  Visto il decreto Luogotenenziale 29 agosto 1918, numero 1260, sulla
istituzione di un Comitato degli oli minerali; 
 
  Visto  il  R.  decreto  24  luglio  1919,  n.  1296,  sul   divieto
d'importazione di talune merci e il decreto Ministeriale 30  dicembre
1920 che ne modifica le voci; 
 
  Visto il R. decreto 2 settembre 1919, n.  1587,  sulla  istituzione
della Direzione generale dei combustibili; 
 
  Visto il R. decreto 8 aprile 1920, n. 630, sulla istituzione di  un
Comitato centrale per  l'approvvigionamento  e  la  assegnazione  dei
combustibili; 
 
  Visto il R. decreto 14 novembre 1920, n. 1686, sulla istituzione di
una Direzione  generale  dei  combustibili  presso  il  Ministero  di
agricoltura; 
 
  Visto il R. decreto 2 dicembre 1920, n. 1817, sul riordinamento del
servizio dei combustibili; 
 
  Sentito il Consiglio dei ministri; 
 
  Sulla proposta del Nostro  ministro  segretario  di  Stato  per  le
finanze, di concerto  con  quelli  dell'industria  e  commercio,  del
tesoro,  della  guerra,  della  marina,   dei   lavori   pubblici   e
dell'agricoltura; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
 
  L'importazione  ed  il  commercio  degli  oli  minerali  grezzi   e
raffinati sono liberi. 
 
  E' anche libero il commercio di transito e di riesportazione, ferme
le prescrizioni stabilite dalle vigenti norme doganali.