DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 29 settembre 1973, n. 601

Disciplina delle agevolazioni tributarie.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2018)
vigente al 28/10/2021
Testo in vigore dal: 1-1-2016
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 32. 
                    Edilizia economica e popolare 
 
  Il reddito delle case economiche  e  popolari  costruite  ai  sensi
dell'art.  35  della  legge  22  ottobre  1971,  n.  865,  e'  esente
dall'imposta locale sui redditi per venticinque anni o  per  quindici
anni secondo che le case stesse siano  realizzate  su  aree  date  in
concessione o cedute in proprieta'. 
  Gli atti di trasferimento della proprieta' delle aree  previste  al
titolo III della legge indicata nel comma precedente e  gli  atti  di
concessione del diritto di superficie sulle aree stesse sono soggetti
all'imposta di registro in misura fissa e sono esenti  dalle  imposte
ipotecarie e catastali. Le stesse agevolazioni si applicano agli atti
di cessione a titolo gratuito delle aree a favore dei comuni  o  loro
consorzi nonche' agli atti e contratti  relativi  all'attuazione  dei
programmi pubblici di edilizia residenziale di cui al titolo IV della
legge indicata nel primo comma.((44)) 
 
------------ 
AGGIORNAMENTO (44) 
  La L. 28 dicembre 2015, n. 208, ha disposto (con  l'art.  1,  comma
58) che "Ai sensi dell'articolo 1, comma 2,  della  legge  27  luglio
2000,  n.  212,  l'articolo  32,  secondo  comma,  del  decreto   del
Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 601, si  interpreta
nel senso che l'imposta di registro in  misura  fissa  e  l'esenzione
dalle imposte ipotecarie  e  catastali  si  applicano  agli  atti  di
trasferimento della proprieta' delle  aree  previste  al  titolo  III
della legge 22 ottobre 1971, n. 865, indipendentemente dal titolo  di
acquisizione della proprieta' da parte degli enti locali".