DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2022)
Testo in vigore dal: 24-10-1989
                              Art. 655. 
                   Funzioni del pubblico ministero 
  1. Salvo che  sia  diversamente  disposto,  il  pubblico  ministero
presso  il  giudice  indicato  nell'articolo  665  cura  di   ufficio
l'esecuzione dei provvedimenti. 
  2. Il pubblico  ministero  propone  le  sue  richieste  al  giudice
competente e interviene in tutti i procedimenti di esecuzione. 
  3.  Quando  occorre,  il  pubblico  ministero  puo'   chiedere   il
compimento di singoli atti a un ufficio  del  pubblico  ministero  di
altra sede. 
  4.  Se  per  l'esecuzione  di  un   provvedimento   e'   necessaria
l'autorizzazione, il pubblico ministero ne fa richiesta all'autorita'
competente; l'esecuzione e' sospesa fino  a  quando  l'autorizzazione
non e' concessa. Allo stesso modo si  procede  quando  la  necessita'
dell'autorizzazione e' sorta nel corso dell'esecuzione. 
  5. I provvedimenti del pubblico ministero dei quali  e'  prescritta
nel presente titolo la notificazione al difensore, sono notificati, a
pena di nullita',  entro  trenta  giorni  dalla  loro  emissione,  al
difensore  nominato  dall'interessato  o,  in  mancanza,   a   quello
designato dal pubblico ministero a norma dell'articolo 97, senza  che
cio' determini la sospensione o il ritardo dell'esecuzione.