DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2022)
Testo in vigore dal: 14-7-2009
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 354. 
Accertamenti  urgenti  sui  luoghi,  sulle  cose  e  sulle   persone.
                              Sequestro 
 
  1. Gli ufficiali e gli agenti di polizia giudiziaria curano che  le
tracce e le cose pertinenti al reato siano conservate e che lo  stato
dei luoghi e delle cose non venga mutato  prima  dell'intervento  del
pubblico ministero. 
  2. Se vi e' pericolo che le cose, le tracce e i luoghi indicati nel
comma 1 si alterino o si disperdano o comunque si  modifichino  e  il
pubblico ministero non puo' intervenire tempestivamente,  ovvero  non
ha ancora assunto la  direzione  delle  indagini,  gli  ufficiali  di
polizia giudiziaria compiono i necessari accertamenti e rilievi sullo
stato  dei  luoghi  e  delle  cose.  In  relazione  ai   dati,   alle
informazioni e ai programmi informatici o ai  sistemi  informatici  o
telematici,  gli  ufficiali  della  polizia   giudiziaria   adottano,
altresi',  le  misure  tecniche  o   impartiscono   le   prescrizioni
necessarie  ad  assicurarne   la   conservazione   e   ad   impedirne
l'alterazione e l'accesso e  provvedono,  ove  possibile,  alla  loro
immediata duplicazione su adeguati supporti, mediante  una  procedura
che assicuri la  conformita'  della  copia  all'originale  e  la  sua
immodificabilita'. Se del caso, sequestrano il corpo del reato  e  le
cose a questo pertinenti. 
  3. Se ricorrono i presupposti previsti dal comma 2,  gli  ufficiali
di polizia giudiziaria compiono i necessari  accertamenti  e  rilievi
sulle persone diversi dalla ispezione personale. (( PERIODO SOPPRESSO
DALLA L. 30 GIUGNO 2009, N. 85 )).