DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2022)
Testo in vigore dal: 24-10-1989
                               Art. 3. 
                       Questioni pregiudiziali 
  1.  Quando  la  decisione  dipende   dalla   risoluzione   di   una
controversia sullo stato di famiglia o di cittadinanza,  il  giudice,
se la questione e' seria e se l'azione a norma delle leggi civili  e'
gia' in corso, puo' sospendere  il  processo  fino  al  passaggio  in
giudicato della sentenza che definisce la questione. 
  2. La sospensione e' disposta con ordinanza soggetta a ricorso  per
cassazione. La corte decide in camera di consiglio. 
  3. La sospensione del processo non impedisce  il  compimento  degli
atti urgenti. 
  4. La sentenza irrevocabile del giudice civile che  ha  deciso  una
questione sullo stato di famiglia o di cittadinanza ha  efficacia  di
giudicato nel procedimento penale.