DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2022)
Testo in vigore dal: 18-7-1996
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 224. 
                      Provvedimenti del giudice 
  1. Il giudice dispone anche di ufficio  la  perizia  con  ordinanza
motivata, contenente la nomina del perito, la  sommaria  enunciazione
dell'oggetto delle indagini, l'indicazione del giorno, dell'ora e del
luogo fissati per la comparizione del perito. 
  2. Il giudice dispone la citazione del perito e da'  gli  opportuni
provvedimenti per la comparizione delle persone sottoposte  all'esame
del perito. Adotta tutti  gli  altri  provvedimenti  che  si  rendono
necessari per l'esecuzione delle operazioni peritali. ((75)) 
---------------- 
AGGIORNAMENTO (75) 
  La Corte Costituzionale con sentenza 27 giugno - 9 luglio 1996,  n.
238  (in  G.U.   1a   s.s.   17/07/1996,   n.   29)   ha   dichiarato
"l'illegittimita' costituzionale dell'art. 224, comma 2,  del  codice
di procedura penale nella parte  in  cui  consente  che  il  giudice,
nell'ambito delle operazioni peritali, disponga misure  che  comunque
incidano sulla liberta' personale dell'indagato o dell'imputato o  di
terzi, al di fuori di quelle specificamente previste nei "casi" e nei
"modi" dalla legge."