DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 04/10/2021)
Testo in vigore dal: 24-10-1989
attiva riferimenti normativi
                              Art. 156. 
                 Notificazioni all'imputato detenuto 
  1. Le notificazioni all'imputato detenuto sono eseguite  nel  luogo
di detenzione mediante consegna di copia alla persona. 
  2. In caso di rifiuto della ricezione,  se  ne  fa  menzione  nella
relazione di notificazione e la  copia  rifiutata  e'  consegnata  al
direttore dell'istituto o a chi ne fa le veci. Nello stesso  modo  si
provvede quando non e' possibile  consegnare  la  copia  direttamente
all'imputato, perche' legittimamente  assente.  In  tal  caso,  della
avvenuta   notificazione   il   direttore    dell'istituto    informa
immediatamente l'interessato con il mezzo piu' celere. 
  3. Le notificazioni all'imputato detenuto in  luogo  diverso  dagli
istituti penitenziari sono eseguite a norma dell'articolo 157. 
  4. Le disposizioni che precedono si applicano  anche  quando  dagli
atti risulta  che  l'imputato  e'  detenuto  per  causa  diversa  dal
procedimento per il  quale  deve  eseguirsi  la  notificazione  o  e'
internato in un istituto penitenziario. 
  5.  In  nessun  caso  le  notificazioni  all'imputato  detenuto   o
internato possono essere eseguite con le forme dell'articolo 159.