DECRETO-LEGGE 17 maggio 2022, n. 50

Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttivita' delle imprese e attrazione degli investimenti, nonche' in materia di politiche sociali e di crisi ucraina. (22G00059)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/05/2022
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 15 luglio 2022, n. 91 (in G.U. 15/07/2022, n. 164).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 23/09/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 24-9-2022
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 33 
 
 Fondo per il sostegno del potere d'acquisto dei lavoratori autonomi 
 
  1. E' istituito, nello stato di previsione del Ministero del lavoro
e delle politiche sociali, il Fondo per l'indennita' una tantum per i
lavoratori autonomi e i professionisti, con una dotazione finanziaria
di 600 milioni di euro per l'anno 2022, che costituisce  il  relativo
limite di spesa, destinata a finanziare  il  riconoscimento,  in  via
eccezionale,  di  un'indennita'  una  tantum  per  l'anno   2022   ai
lavoratori  autonomi  e  ai  professionisti  iscritti  alle  gestioni
previdenziali dell'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS)
e ai professionisti iscritti agli enti gestori di forme  obbligatorie
di previdenza e assistenza di cui al decreto  legislativo  30  giugno
1994, n. 509, e al decreto legislativo 10 febbraio 1996, n. 103,  che
non abbiano fruito dell'indennita' di cui agli articoli 31  e  32,  e
che  abbiano  percepito  nel  periodo  d'imposta  2021   un   reddito
complessivo non superiore all'importo stabilito con il decreto di cui
al comma 2. ((10)) 
  2. Con decreto del Ministro del lavoro e delle  politiche  sociali,
di concerto  con  il  Ministro  dell'economia  e  delle  finanze,  da
adottare entro trenta giorni dalla data  di  entrata  in  vigore  del
presente decreto, sono definiti i  criteri  e  le  modalita'  per  la
concessione  dell'indennita'  una  tantum  di   cui   al   comma   1,
incompatibile con le prestazioni di cui agli articoli  da  31  a  32,
nonche' la quota del limite di spesa di cui al comma 1 da  destinare,
in via eccezionale, ai professionisti iscritti agli enti  gestori  di
forme obbligatorie di previdenza  e  assistenza  di  cui  al  decreto
legislativo 30 giugno 1994, n.  509,  e  al  decreto  legislativo  10
febbraio 1996, n. 103, e i relativi criteri di ripartizione. 
  3. Agli oneri derivanti dal comma 1, pari a 500 milioni di euro per
l'anno 2022, si provvede ai sensi dell'articolo 58. 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (10) 
  Il D.L. 23 settembre 2022, n. 144 ha disposto (con l'art. 20, comma
1)  che  "L'indennita'  una  tantum  prevista  dal  decreto  di   cui
all'articolo 33 del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50,  convertito,
con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2022, n. 91, e' incrementata
di 150 euro a condizione che, nel periodo d'imposta 2021, i  soggetti
destinatari della predetta indennita' abbiano  percepito  un  reddito
complessivo non superiore a 20.000 euro e conseguentemente il  limite
di spesa di cui al comma 1 del medesimo articolo 33  e'  incrementato
di 412,5 milioni di euro per l'anno 2022".