DECRETO-LEGGE 8 febbraio 2007, n. 8

Misure urgenti per la prevenzione e la repressione di fenomeni di violenza connessi a competizioni calcistiche ((, nonche' norme a sostegno della diffusione dello sport e della partecipazione gratuita dei minori alle manifestazioni sportive.))

note: Entrata in vigore del decreto: 8-2-2007.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 4 aprile 2007, n. 41 (in G.U. 05/04/2007, n.80).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/06/2019)
Testo in vigore dal: 19-12-2010
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                             Art. 2-ter
         Norme sul personale addetto agli impianti sportivi

  1. Con decreto del Ministro dell'interno, da emanare entro sessanta
giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del
presente  decreto,  sono  stabiliti  i  requisiti,  le  modalita'  di
selezione  e  la  formazione  del personale incaricato dei servizi di
controllo  dei  titoli  di accesso agli impianti sportivi, nonche' di
instradamento  degli  spettatori  e  di  verifica  del  rispetto  del
regolamento  d'uso  degli  impianti  medesimi.  Il  medesimo  decreto
stabilisce  le  modalita' di collaborazione con le Forze dell'ordine.
Il  decreto  e'  sottoposto  al parere delle Commissioni parlamentari
competenti  che  vi  provvedono  entro  sessanta giorni. Decorso tale
termine, il decreto puo' essere egualmente emanato.
  ((1-bis.  Ferme restando le attribuzioni e i compiti dell'autorita'
di  pubblica sicurezza, al personale di cui al comma 1 possono essere
affidati,  in aggiunta ai compiti previsti in attuazione del medesimo
comma,  altri  servizi, ausiliari dell'attivita' di polizia, relativi
ai   controlli   nell'ambito   dell'impianto  sportivo,  per  il  cui
espletamento  non  e'  richiesto  l'esercizio di pubbliche potesta' o
l'impiego operativo di appartenenti alle Forze di polizia.))
  2.  Le societa' sportive e incaricate dei servizi di cui al comma 1
comunicano  i  nominativi  del  personale  da  impiegare nei predetti
servizi  al prefetto della provincia che, se constata la mancanza dei
requisiti  per  taluni  soggetti,  ne  dispone  il divieto di impiego
comunicandolo alla societa'.