DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 6 giugno 2001, n. 380

Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia. (Testo A)

note: Entrata in vigore del decreto: 1-1-2002.
L'atto e' integrato con le correzioni apportate dall'avviso di rettifica pubblicato in G.U. 13/11/2001, n. 264 durante il periodo di "vacatio legis". E' possibile visualizzare la versione originaria accedendo al pdf della relativa Gazzetta Ufficiale di pubblicazione.
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
Testo in vigore dal: 17-7-2020
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 23-ter 
            (Mutamento d'uso urbanisticamente rilevante) 
 
  1.  Salva  diversa  previsione  da  parte  delle  leggi  regionali,
costituisce mutamento rilevante della destinazione d'uso  ogni  forma
di utilizzo dell'immobile o della singola unita' immobiliare  diversa
da quella originaria, ancorche' non accompagnata  dall'esecuzione  di
opere   edilizie,   purche'   tale   da   comportare   l'assegnazione
dell'immobile o dell'unita' immobiliare considerati  ad  una  diversa
categoria funzionale tra quelle sotto elencate: 
    a) residenziale; 
    a-bis) turistico-ricettiva; 
    b) produttiva e direzionale; 
    c) commerciale; 
    d) rurale. 
  ((2. La destinazione d'uso dell'immobile o dell'unita'  immobiliare
e' quella stabilita dalla documentazione di cui  all'articolo  9-bis,
comma 1-bis.)) 
  3. Le regioni adeguano la propria legislazione ai principi  di  cui
al presente articolo  entro  novanta  giorni  dalla  data  della  sua
entrata in vigore. Decorso tale termine, trovano applicazione diretta
le disposizioni del presente articolo. Salva  diversa  previsione  da
parte delle leggi regionali e degli strumenti  urbanistici  comunali,
il  mutamento  della  destinazione  d'uso  all'interno  della  stessa
categoria funzionale e' sempre consentito.