DECRETO-LEGGE 19 gennaio 2005, n. 3

Proroga della partecipazione italiana ((alla missione internazionale in Iraq e misure di incentivazione della produttivita' del personale dei Ministeri della difesa e degli affari esteri)).

note: Entrata in vigore del provvedimento: 20-1-2005.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 18 marzo 2005, n. 37 (in G.U. 19/03/2005, n.65).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/05/2010)
Testo in vigore dal: 9-10-2010
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
  Visto  il  decreto-legge  24  giugno  2004, n. 160, convertito, con
modificazioni,  dalla  legge  30 luglio 2004, n. 207, recante proroga
della partecipazione italiana a missioni internazionali;
  Vista  la  legge  30  luglio  2004,  n.  208, recante proroga della
partecipazione italiana a missioni internazionali;
  Viste le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite
sulla crisi irachena e, in particolare, la risoluzione n. 1546 dell'8
giugno 2004;
  Vista   l'azione   comune  2004/570/PESC,  adottata  dal  Consiglio
dell'Unione europea il 12 luglio 2004, relativa all'operazione
  militare   dell'Unione  europea  in  Bosnia-Erzegovina,  denominata
  ALTHEA;
Vista la decisione 2004/803/CFSP adottata dal Consiglio dell'Unione
europea  il  25 novembre 2004, in merito all'avvio, a decorrere dal 2
dicembre   2004,  dell'operazione  militare  dell'Unione  europea  in
Bosnia-Erzegovina, denominata ALTHEA;
  Vista   la   dichiarazione   finale   approvata   dalla  Conferenza
internazionale sull'Iraq il 23 novembre 2004;
  Ritenuta   la   straordinaria  necessita'  ed  urgenza  di  emanare
disposizioni volte ad assicurare la prosecuzione della partecipazione
italiana   al   processo   di   stabilizzazione   democratica   e  di
ricostruzione  dell'Iraq,  nonche'  la prosecuzione, in condizioni di
sicurezza, degli interventi umanitari a sostegno della popolazione;
  Ritenuta   la   straordinaria  necessita'  ed  urgenza  di  emanare
disposizioni volte ad assicurare la prosecuzione della partecipazione
italiana  ad  altre  missioni  internazionali  di  pace  e  di  aiuto
umanitario,  nonche'  dei  programmi  di  cooperazione delle Forze di
polizia italiane in Albania e nei Paesi dell'area balcanica;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio del Ministri, adottata nella
riunione del 14 gennaio 2005;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri e dei
Ministri  degli  affari  esteri,  della  difesa  e  dell'interno,  di
concerto   con   il  Ministro  della  giustizia  e  con  il  Ministro
dell'economia e delle finanze;

                              E m a n a
                     il seguente decreto-legge:

                               Art. 1.
        ((ARTICOLO ABROGATO DAL D.LGS. 15 MARZO 2010, N. 66))