DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 settembre 2010, n. 160

Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo sportello unico per le attivita' produttive, ai sensi dell'articolo 38, comma 3, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. (10G0183)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/10/2010 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/07/2016)
vigente al 30/09/2020
  • Articoli
  • Capo I

    Principi generali ed ambito applicativo

  • 1
  • 2
  • 3
  • Capo II

    Funzioni e organizzazione del SUAP

  • 4
  • Capo III

    Procedimento automatizzato

  • 5
  • 6
  • Capo IV

    Procedimento ordinario

  • 7
  • 8
  • Capo V

    Disposizioni comuni

  • 9
  • 10
  • Capo VI

    Monitoraggio istituzionale

  • 11
  • Capo VII

    Disposizioni finali

  • 12
  • Allegati
Testo in vigore dal: 15-10-2010
attiva riferimenti normativi
                               Art. 2 
 
 
                 Finalita' e ambito di applicazione 
 
  1.  Per  le  finalita'  di  cui  all'articolo  38,  comma  3,   del
decreto-legge, e' individuato il SUAP quale unico  soggetto  pubblico
di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che  abbiano  ad
oggetto l'esercizio di  attivita'  produttive  e  di  prestazione  di
servizi,  e  quelli   relativi   alle   azioni   di   localizzazione,
realizzazione,  trasformazione,  ristrutturazione  o   riconversione,
ampliamento o trasferimento, nonche' cessazione o riattivazione delle
suddette attivita', ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo
26 marzo 2010, n. 59. 
  2. Le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni
concernenti le attivita' di cui al comma 1 ed  i  relativi  elaborati
tecnici  e  allegati  sono  presentati  esclusivamente  in  modalita'
telematica, secondo quanto disciplinato nei successivi articoli e con
le modalita' di cui all'articolo 12, commi 5 e 6, al SUAP  competente
per  il  territorio  in  cui  si  svolge  l'attivita'  o  e'  situato
l'impianto. 
  3. In conformita' alle modalita' di cui all'articolo 12, commi 5  e
6, il SUAP provvede all'inoltro telematico della documentazione  alle
altre amministrazioni che intervengono  nel  procedimento,  le  quali
adottano modalita' telematiche di ricevimento e di trasmissione. 
  4.  Sono  esclusi  dall'ambito   di   applicazione   del   presente
regolamento  gli  impianti  e  le  infrastrutture   energetiche,   le
attivita' connesse all'impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti e
di materie radioattive, gli impianti nucleari  e  di  smaltimento  di
rifiuti  radioattivi,  le  attivita'  di   prospezione,   ricerca   e
coltivazione di idrocarburi, nonche' le infrastrutture strategiche  e
gli insediamenti produttivi di cui agli articoli 161 e  seguenti  del
decreto legislativo 12 aprile 2006, n.163. 
          Note all'art. 2: 
              - Per l'art. 38, comma 3, del decreto-legge  25  giugno
          2008, n. 112, convertito con modificazioni  dalla  legge  6
          agosto 2008, n. 133, si veda nelle note alle premesse. 
              - Per decreto legislativo del 26 marzo 2010, n. 59,  si
          veda nelle note alle premesse. 
              - Il decreto legislativo del 12  aprile  2006,  n.  163
          concernente il «Codice dei contratti  pubblici  relativi  a
          lavori, servizi e forniture in attuazione  delle  direttive
          2004/17/CE  e  2004/18/CE»  e'  pubblicato  nella  Gazzetta
          Ufficiale 2 maggio 2006, n. 100, S.O.