DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 8 giugno 2001, n. 327

Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilita'. (Testo A)

note: L'atto e' integrato con le correzioni apportate dall'avviso di rettifica pubblicato in G.U. 14/09/2001, n. 214 durante il periodo di "vacatio legis". E' possibile visualizzare la versione originaria accedendo al pdf della relativa Gazzetta Ufficiale di pubblicazione. (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/04/2022)
Testo in vigore dal: 28-7-2003
aggiornamenti all'articolo
                           Art. 22-bis (L) 
    (( (Occupazione d'urgenza preordinata all'espropriazione). )) 
 
  1. Qualora l'avvio dei  lavori  rivesta  carattere  di  particolare
urgenza, tale da non consentire, in relazione alla particolare natura
delle opere, l'applicazione delle disposizioni di cui ai commi 1 e  2
dell'articolo 20, puo' essere emanato, senza particolari  indagini  e
formalita',  decreto  motivato  che  determina  in  via   provvisoria
l'indennita' di espropriazione, e  che  dispone  anche  l'occupazione
anticipata dei beni immobili necessari. Il decreto contiene  l'elenco
dei beni da espropriare e dei relativi proprietari, indica i beni  da
occupare e determina l'indennita' da offrire in via  provvisoria.  Il
decreto e' notificato con le modalita' di cui al comma 4  e  seguenti
dell'articolo 20 con l'avvertenza che  il  proprietario,  nei  trenta
giorni successivi alla immissione in possesso,  puo',  nel  caso  non
condivida l'indennita' offerta,  presentare  osservazioni  scritte  e
depositare documenti. (L) 
  2. Il decreto di cui al comma 1, puo' altresi'  essere  emanato  ed
eseguito in base alla  determinazione  urgente  della  indennita'  di
espropriazione senza particolari indagini o formalita', nei  seguenti
casi: 
    a) per gli interventi di cui alla legge 21 dicembre 2001, n. 443; 
    b)  allorche'  il  numero   dei   destinatari   della   procedura
espropriativa sia superiore a 50. (L) 
  3.  Al  proprietario  che   abbia   condiviso   la   determinazione
dell'indennita' e' riconosciuto l'acconto dell'80% con  le  modalita'
di cui al comma 6, dell'articolo 20. (L) 
  4.  L'esecuzione  del  decreto  di  cui  al  comma   1,   ai   fini
dell'immissione in possesso, e' effettuata con le medesime  modalita'
di cui all'articolo 24 e deve aver luogo entro il termine  perentorio
di tre mesi dalla data di emanazione del decreto medesimo. (L) 
  5. Per il periodo  intercorrente  tra  la  data  di  immissione  in
possesso   e   la   data   di   corresponsione   dell'indennita'   di
espropriazione o del corrispettivo, stabilito per l'atto di  cessione
volontaria e' dovuta l'indennita' di  occupazione,  da  computare  ai
sensi dell'articolo 50, comma 1. (L) 
  6. Il decreto che dispone l'occupazione ai sensi del comma 1  perde
efficacia qualora non venga  emanato  il  decreto  di  esproprio  nel
termine di cui all'articolo 13. (L)