DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 11 gennaio 2001, n. 101

Regolamento recante norme di modifica del decreto del Presidente della Repubblica 28 aprile 1998, n. 351, sulla semplificazione in materia di cessazione dal servizio e di trattamento di quiescenza del personale della scuola.

Testo in vigore dal: 20-4-2001
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'articolo 87, comma quinto, della Costituzione;
  Visto l'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
  Visto  l'articolo  20, comma 8, della legge 15 marzo 1997, n. 59, e
successive modificazioni;
  Visto  l'articolo  509  del  decreto legislativo 16 aprile 1994, n.
297;
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 aprile 1998, n.
351;
  Vista  la  preliminare  deliberazione  del  Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 22 settembre 2000;
  Udito  il  parere  del  Consiglio  di Stato, espresso dalla Sezione
consultiva per gli atti normativi nell'adunanza del 23 ottobre 2000;
  Acquisito  il  parere delle competenti Commissioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 9 gennaio 2001;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri e del
Ministro  per  la funzione pubblica, di concerto con i Ministri della
pubblica istruzione e del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica;

                              E m a n a
                      il seguente regolamento:
                               Art. 1.
                       Cessazione dal servizio
  1.  All'articolo  1  del decreto del Presidente della Repubblica 28
aprile 1998, n. 351, prima del comma 1 e' anteposto il seguente:
  "01.  I  collocamenti a riposo per limiti di eta' del personale del
comparto  "Scuola  con  rapporto  di  lavoro  a  tempo  indeterminato
decorrono  dall'inizio  dell'anno  scolastico o accademico successivo
alla data di compimento del sessantacinquesimo anno di eta' ovvero al
termine  del  periodo  di  trattenimento  in servizio. A tal fine non
occorre un provvedimento formale dell'Amministrazione.".