DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 3 novembre 2000, n. 396

Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127.

note: Entrata in vigore del decreto: 30-3-2001.
L'atto e' integrato con le correzioni apportate dall'avviso di rettifica pubblicato in G.U. 20/02/2001, n. 42 durante il periodo di "vacatio legis". E' possibile visualizzare la versione originaria accedendo al pdf della relativa Gazzetta Ufficiale di pubblicazione.
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/02/2018)
Testo in vigore dal: 11-2-2017
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 19 
                           (Trascrizioni) 
 
   1. Su  richiesta  dei  cittadini  stranieri  residenti  in  Italia
possono essere trascritti, nel comune dove essi risiedono,  gli  atti
dello stato civile che li riguardano formati  all'estero.  Tali  atti
devono  essere  presentati  unitamente  alla  traduzione  in   lingua
italiana e  alla  legalizzazione,  ove  prescritta,  da  parte  della
competente autorita' straniera. 
   2. Possono altresi'  essere  trascritti  gli  atti  dei  matrimoni
celebrati  ((e  delle  unioni  civili  costituite))   fra   cittadini
stranieri dinanzi all'autorita' diplomatica o consolare straniera  in
Italia, se cio' e' consentito dalle convenzioni  vigenti  in  materia
con il Paese cui detta autorita' appartiene. 
   3. L'ufficiale dello stato civile puo' rilasciare copia  integrale
dell'atto trascritto a richiesta degli interessati.